lunedì, 19 febbraio, 2018
Home / Migliori Carte di Credito Revolving a Confronto per il 2018 / Carte di credito Compass: Easy e Gold a confronto, recensioni e giudizi

Carte di credito Compass: Easy e Gold a confronto, recensioni e giudizi

Compass, società finanziaria specializzata nella concessione di credito al consumo, propone tre diverse soluzioni per chi cerca delle carte di credito revolving da poter usare anche tutti i giorni con l’obiettivo di fare acquisti che potranno essere rimborsati a scadenza in un’unica soluzione oppure a rate.

Sono due le carte di credito di tipo revolving che Compass mette a disposizione dei suoi clienti: Easy e Gold.

Ma che differenze ci sono? Perché scegliere una piuttosto che l’altra?

Easy e Gold si diversificano per il fido che permettono di avere, cioè per la somma massima che la banca, Compass in questo caso, consente di usare.

Il concetto base di una carta revolving è quello di prestare denaro al possessore sotto forma di credito depositato su una carta, di credito appunto, che può essere usata in ogni momento (anche per fare la spesa di tutti i giorni, per comprare dei vestiti, ecc).

A differenze delle altre due, inoltre, quella Gold è l’unica carta di credito revolving Compass che ha una copertura assicurativa inclusa.

Ecco uno schema riepilogativo delle differenze.

Easy Gold
Fido 1.500 € 3.000 €
Canone annuale 0 € 40 €
Assicurazione No SI

Le Condizioni Economiche

Per avere un riepilogo delle condizioni economiche delle tre carte revolving, la miglior soluzione è quella di prendere un appuntamento in filiale.

Potrebbe interessarti leggere anche le cose da sapere su TAN e TAEG e TAN e TAEG cosa sono.

L’assicurazione inclusa con Carta Gold

Sono tre le tipologie di copertura assicurativa che Compass garantisce per chi fa acquisti usando la carta versione Gold.

Protezione degli acquisti

Entro i limiti previsti dalla polizza, Compass ti rimborsa nel caso in cui ci sia stato il furto del prodotto che hani acquisto con carta di credito Gold entro un valore massimo di 75 €.

La condizione fondamentale è il che il furto si verifichi entro 60 giorni dalla data di acquisto.

Non sono coperti, tra gli altri:

  • beni acquistati su siti internet non registrati in ITalia
  • cellulari, mp3, gioielli
  • danni che sono stati causati da dolo o da negligenza
  • danni che sono oggetto di una campagna di richiamo da parte del venditore, in quanto sono imputabili ad un difetto di fabbricazione e non al prodotto specifico in sé

Protezione del prezzo

Entro i limiti previsti dalla polizza, Compass effettua il rimborso della differenza di prezzo tra il bene acquistato e uno stesso bene, presente in un altro negozio, qualora quest’ultimo costi di meno.

Il minor prezzo deve essere rilevato entro 60 giorni. Sono esclusi alcuni prodotti particolari, come:

  • prodotti senza marchio
  • oggetti usati
  • carburanti
  • mp3
  • beni acquistati all’ingrosso o da un venditore ambulante

Protezione contanti

Entro i limiti previsti dalla polizza, Compass rimborsa la somma di denaro che ci si è visti scippare dopo averla prelevata al bancomat.

La condizione fondamentale è che la somma in questione sia stata prelevata usando la carta di credito Compass Gold e che il furto sia avvenuto entro 12 pre dal prelievo.

Non sono inclusi i furti causati da dolo o negligenza del proprietario della carta.

Chiedere la carta di credito senza busta paga o senza reddito

Partiamo dal dire che, trattandosi di un prestito che Compass fa, è praticamente impossibile riuscire ad ottenere una carta di credito di questo genere senza avere una busta paga o comunque un reddito dimostrabile.

Infatti, tra le condizioni fondamentali per poterne fare domanda, oltre alla residenza in Italia e all’età compresa tra 18 e 70 anni, c’è anche il presentare tutta la documentazione necessaria che attesti il reddito.

Dunque, non è possibile chiedere, presso Compass, una carta di credito revolving per disoccupati.

In conclusione, quale delle tre carta di credito revolving conviene?

Dipende molto da quello che volete fare con una carta revolving. Noi siamo per tenere minimi i costi, quindi se proprio avete bisogno di una carta di credito revolving, la miglior cosa è quella di sceglierla senza canone mensile (dunque Easy) e con il TAEG minimo (che in entrambi i casi è sostanzialmente uguale).

Il “segreto“, piuttosto, è sì quello di usare la carta di credito, ma di rimborsare tutta la somma che si è presa in prestito in un’unica soluzione, evitando in questa maniera il pagamento dei tassi di interesse.

Giudizi e recensioni

Lasciateci nei commenti sotto i vostri giudizi e recensioni di questa carta di credito, cosa ne pensate e come vi siete trovati.

Check Also

Carta Flexia Unicredit: Recensioni

Carta Flexia di Unicredit Banca è una delle carte di credito revolving disponibili sul mercato per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *