martedì, 19 giugno, 2018
Home / Le Migliori Carte Conto Prepagate, anche per Disoccupati e Protestati / La Postepay è una carta di credito o di debito?

La Postepay è una carta di credito o di debito?

La Postepay è una delle carte prepagate più famose in assoluto nel nostro paese: richiestissima da giovani e meno giovani, può essere usata per prelevare denaro contante presso gli sportelli Postamat, può essere usata all’estero, sia in zona euro che extra euro, da Londra a New York, e può essere usata per fare acquisti su internet.

Una delle domande che ci si fa con maggior frequenza è se la Postepay è una carta di credito o di debito, non avendo forse ben chiara la distinzione tra queste due e la carta prepagata delle Poste Italiane.

La Postepay NON è né una carta di credito, né una carta di debito

La verità è che la carta Postepay delle Poste Italiane non è una carta di credito, né una di debito. Si tratta, semplicemente, di una carta prepagata e, in quanto tale, rientra in una categoria a sé, quella delle carte prepagate.

In quanto tale, può essere usata solo per gli importi che vi sono stati precedentemente caricati sopra. Per sapere come fare, ti rimandiamo al nostro articolo su come ricaricare la Postepay.

Carta Prepagata Economica: Hype di Banca Sella

Che differenze ci sono tra carta di credito, di debito e prepagata?

Andiamo a questo punto a mettere in evidenza le differenze che ci sono tra una carta di credito, una di debito ed una prepagata, in maniera tale da chiarire un concetto che a tanti italiani ancora oggi sfugge.

Cos’è una carta di credito

La carta di credito si lega sempre ad un conto corrente, con la quale la banca che la emette dà facoltà, a chi la riceve, di prendere delle somme di denaro da poter usare anche se non le si ha sul conto.

E’ una sorta di fido bancario, facciamo un esempio.

La banca concede una carta di credito con un limite massimo di utilizzo di 2.000 euro, ad esempio. Questo limite, detto plafond, è l’importo massimo che chi ha la carta di credito può prelevare o usare facendo acquisti.

La somma utilizzata in questa maniera dovrà essere restituita (in quanto ricordiamo che si tratta di un prestito bancario) e, per farlo, è possibile scegliere tra due alternative:

  • rimborso di tutta la somma prelevata entro il 15 del mese successivo a quello di utilizzo (in questo caso non si pagano interessi sulle somme prelevate);
  • rimborso pagando delle rate mensili a tasso ed importo fissi (in questo caso si pagano degli interessi).

Cos’è una carta di debito

La carta di debito si lega al conto corrente ma, a differenza di quella di credito, può essere usata solo per le somme che si hanno sul conto corrente stesso.

Nella maggior parte dei casi ha le 16 cifre classiche della carta di credito riportate sul fronte, e in questo caso può essere usata per fare acquisti online.

Rientrano in questa categoria anche le carte che non hanno le 16 cifre sul fronte, dette impropriamente “bancomat“, che possono essere invece usate prevalentemente per pagare nei negozi o per prelevare denaro contante dagli sportelli bancari.

Dato che le somme che si usano devono essere depositate sul conto corrente, sulle stesse ovviamente non si pagano interessi.

Cos’è una carta prepagata

La carta prepagata non si lega necessariamente al conto corrente e può essere usata sia per fare acquisti online (ha sempre riportati i 16 numeri classici della carta di credito), che per prelevare denaro o per pagare nei negozi.

A differenza della carta di credito, per poter essere usata bisogna versare prima la somma di denaro di cui si ha bisogno sul conto della carta stessa, mentre a differenza della carta di debito non è legata ad un conto corrente.

Da qualche hanno a questa parte stanno prendendo piede le carte prepagate con IBAN, che oltre ad avere le 16 cifre classiche della carta di credito, hanno anche un codice IBAN che può essere usato per fare o ricevere bonifici.

Tra le carte prepagate più famose troviamo:

  • la Postepay e la sua versione Evolution;
  • la carta prepagata Paypal;
  • la Carta Tasca BCC
  • la Genius Card di Unicredit;
  • la Carta Superflash di Intesa San Paolo
  • carta Hype
  • carta N26

Carta Prepagata Economica: Hype di Banca Sella

La Postepay, dunque, cos’è?

Come avremmo capito leggendo questo articolo, la carta Postepay può essere considerata parzialmente una carta di credito (perché ha le 16 cifre stampate sopra) e parzialmente una carta di debito (perché può essere usata per prelevare denaro o fare acquisti), ma si differenzia da entrambe perché non richiede un conto corrente postale e può essere aperta da tutti, anche cattivi pagatori e protestati.

Check Also

Genius Card: come fare tutto (o quasi) con la carta prepagata di Unicredit Banca

Genius Card: come fare tutto (o quasi) con la carta prepagata di Unicredit Banca

Genius Card di Unicredit Banca è la carta prepagata semplice da usare e comoda, vieni a scoprire come poterla usare e che funzionalità ha. Tutto sulla Genius Card.