giovedì, 24 maggio, 2018
Home / Cessione del Quinto, come funziona? Guida ai prestiti dipendenti 2018 / Prestiti per Dipendenti di Cooperative, Guida 2018

Prestiti per Dipendenti di Cooperative, Guida 2018

Sei un dipendente di una cooperativa e sei alla ricerca di un prestito personale? Probabilmente ti sarai “scontrato” con una certa difficoltà nel riuscire ad ottenerlo, in quanto numerose banche e finanziarie escludono a monte chi lavora in una cooperativa, in quanto tale lavoro viene ritenuto più rischioso quando lo si considera come garanzia per un prestito personale.

Compilando il modulo qui sotto, invece, potrai richiedere un preventivo gratuito e senza impegno per un prestito con cessione del quinto per dipendenti cooperative.

Continua invece a leggere di seguito per trovare tutte le informazioni, aggiornate al 2018, sui prestiti per dipendenti di cooperative.

Perché è difficile avere un prestito?

Perché è difficile ottenere prestiti per dipendente di cooperativa?

La motivazione principale sta nel fatto che le banche e le finanziarie considerano il lavoro in cooperativa come meno sicuro rispetto a quello da dipendente “classico”, da un punto di vista della garanzia del prestito.

In maniera particolare questo accade se il dipendente lavora presso delle cooperative di piccole e di medie dimensioni, di fatto delle attività più rischiose rispetto a delle grandi SRL o SPA.

A questo poi si aggiunge il fatto che le assicurazioni non sempre concedono, ai dipendenti di cooperative, la protezione assicurativa sul prestito con cessione, che invece è obbligatoria.

Come superare i limiti?

Questi limiti si evitano se, invece di fare domanda di cessione del quinto dello stipendio, si decidesse di scegliere un classico prestito personale. In questo caso, infatti, gli istituti di credito non valutano la solvibilità del datore di lavoro, bensì solo le garanzie economiche fornite dal dipendente (che magari può avere anche un garante, ad esempio, con cui aumentare la possibilità di ottenere credito).

Certo, anche in questo caso la risposta potrebbe essere negativa, ma se si hanno le giuste disponibilità economiche, o comunque la somma che si deve richiedere in prestito non è grande, le possibilità potrebbero essere migliori (la decisione finale spetta sempre all’istituto di credito).

Leggi anche la nostra guida ai piccoli prestiti

Prestiti dipendenti cooperativa: cessione vs personale

Di seguito una tabella di riepilogo delle differenze tra una cessione V e un prestito personale, personalizzata per i dipendenti delle cooperative.

Cessione del V Prestito personale
Si valuta la solvibilità del datore di lavoro Si valuta la solvibilità del richiedente
 a cattivi pagatori e protestati No cattivi pagatori e protestati
Durata massima 120 mesi Durata massima di solito 84 mesi
Importo massimo a seconda dello stipendio Importo massimo di solito 30.000 €

Requisiti minimi

Così come per tutti i prestiti personali e con cessione del quinto, occorre avere delle garanzie minime per poter fare domanda di finanziamento, oltre che essere in possesso di determinati requisiti.

  • avere almeno 18 anni di età;
  • non essere in pensione (altrimenti si rientra nella cessione del quinto per pensionati, più facile da ottenere);
  • avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato;
  • avere un’anzianità lavorativa minima di 6 mesi;
  • avere un TFR sufficiente per garantire la somma richiesta.

Tenete ovviamente presente che questi requisiti sono molto generali e solitamente si applicano alla maggior parte dei prestiti personali e delle cessioni. La banca o la finanziaria potrebbe chiedere maggiori garanzie, a seconda del caso specifico.

Le alternative

Se non si riuscisse ad ottenere un prestito con cessione del V per dipendenti di cooperativa, la prima alternativa potrebbe essere quella di fare domanda per un finanziamento personale, ma con attenzione per evitare di rendere più difficile la propria situazione finanziaria.

Leggi anche cosa fare in caso di prestito rifiutato

Altra alternativa può essere quella del prestito tra privati, o social lending. Si tratta di una tipologia di finanziamento “social” che sta riscuotendo grande successo nel 2018 grazie anche al fatto che è considerata molto sicura ed affidabile. Questo tipo di prestito permette, a volte, di ottenere credito anche se a volte altre banche e finanziarie rifiutano la concessione, per cui vale sempre la pena provare.

Conclusioni

Alla fine dei conti, essere dipendente di una cooperativa potrebbe rendere difficile ottenere credito, ma come abbiamo visto, con le giuste garanzie e con un po’ di pazienza si potrebbe riuscire a trovare una giusta alternativa alla propria necessità economica del momento.

Check Also

Tassi Cessione del Quinto: trovare il Miglior Tasso

Cessione del Quinto, Tassi 2017 – 2018

La guida ai tassi minimi e medi 2018 per la cessione del quinto dello stipendio e della pensione. Tutti i tassi distinti per gruppi, così come previsto dalle ultime norme di legge.