venerdì, 22 settembre, 2017
Home / Credito al Consumo / Prestiti Poste Italiane: la Cessione del Quinto Per Pensionati e Dipendenti

Prestiti Poste Italiane: la Cessione del Quinto Per Pensionati e Dipendenti

Tra le varie soluzioni di prestiti Poste Italiane cui poter fare affidamento per soddisfare la propria necessità di denaro, la cessione del quinto è una di esse. L’ente postale distinguono due diverse cessioni, a seconda dei beneficiari: Quinto BancoPosta Pensionati e Quinto BancoPosta Dipendenti Pubblici.

Prestiti Poste Italiane: la Cessione del Quinto Per Pensionati e Dipendenti

Cessione del Quinto Prestiti PENSIONATI

Questo primo finanziamento è pensato per i pensionati INPS e INPDAP che hanno bisogno di denaro per far fronte a qualunque esigenza, propria o dei figli.

Le principali caratteristiche sono:

  • rata massima pari a 1/5 della pensione netta
  • durata da 36 a 120 mesi
  • TAN: 8,92% *
  • TAEG: 9,38% *
  • età massima del richiedente al momento del pagamento dell’ultima rata: 80 anni
  • assicurazione sulla vita obbligatoria per legge, pagata dalle Poste Italiane
  • spese di estinzione anticipata: GRATIS
  • costi accessori: GRATIS

L’accredito può avvenire direttamente sul proprio Conto Corrente BancoPosta, tramite bonifico su altro conto corrente bancario o tramite assegno postale vidimato.

Il rimborso avviene tramite trattenuta della rata mensile dalla pensione netta, l’importo massimo che si può pagare mese dopo mese è di 1/5 della pensione netta stessa.

Per maggiori informazioni su come funziona la cessione del quinto per pensionati ti invitiamo a leggere:

Cessione del Quinto Prestiti DIPENDENTI PUBBLICI

Il secondo finanziamento della serie della cessione del quinto è riservato, invece, ai dipendenti pubblici e ai dipendenti delle forze armate (Carabineri, Guardia di Finanza, dipendenti dell’Esercito Italiano, Aeronautica e Marina Militare).

Le principali caratteristiche di questo finanziamento sono:

  • rata massima pari a 1/5 dello stipendio netto
  • durata da 36 a 120 mesi
  • TAN fisso: da 6,61% *
  • TAEG: da 7,65% *
  • età del richiedente compresa tra 18 e 65 anni al momento del pagamento dell’ultima rata
  • assicurazione sulla vita obbligatoria per legge, pagata dalle Poste Italiane. La copertura riguarda sia la perdita di lavoro che la premorienza
  • anzianità di servizio minima: 3 mesi
  • anzianità di servizio massima: 42 anni per l’uomo, 41 anni per la donna

Tra i documenti fondamentali da presentare ci sono, oltre al solito documento di identità e le ultime due buste paga, anche un estratto conto contributivo INPS o INPDAP (se il richiedente supera i 60 anni al momento del pagamento dell’ultima rata), e il conteggio estintivo (nel caso in cui si sta effettuando il rinnovo della cessione del quinto).

Esattamente come nel prestito per pensionati visto sopra, l’accredito di questo finanziamento per dipendenti statali avviene su Conto Corrente BancoPosta, su altro conto corrente bancario o con assegno postale vidimato.

Il rimborso viene effettuato con una trattenuta della rata mensile dallo stipendio netto e l’importo massimo pagabile periodicamente è pari a 1/5 dello stipendio netto.

Per maggiori informazioni su come funziona la cessione del quinto per dipendenti ti invitiamo a leggere:

* TAN e TAEG sono stati riportati così come indicato sul sito ufficiale di Poste Italiane.

Per approfondimenti, ti invitiamo anche a leggere la lista dei documenti cessione quinto.

Check Also

Prestito 30.000 euro Compass: quale scegliere e come averlo

Prestito 30.000 euro Compass: quale scegliere e come averlo

Compass propone prestiti fino a 30.000 euro: come poterli avere? Consigli e suggerimenti per ottenere prestiti fino a 30.000 euro con questa società finanziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *