giovedì, 24 maggio, 2018
Home / Guide Utili / Entrate dimostrabili: perché sono Importanti per Avere un Prestito?

Entrate dimostrabili: perché sono Importanti per Avere un Prestito?

Prima di poter chiedere un prestito è importante essere certi di poter dimostrare di avere delle entrare periodiche con cui riuscire a pagare le rate mensili in maniera puntuale, senza ritardi e senza problemi. Certo, dei periodi di difficoltà possono esserci, ed è per questo che tante banche e finanziarie hanno pensato a soluzioni come il “salta rata” o il “cambio rata” (lo fa Findomestic con i suoi prestiti flessibili), ma in linea generale bisogna essere capaci di dimostrare di avere una certa affidabilità economica.

Come si fa per provare le entrare mensili?

Si parla di entrate dimostrabili, ad indicare proprio il fatto che è possibile dimostrare, cioè provare, di avere delle entrare periodiche con cui si possono pagare le rate. Cosa sono queste entrate dimostrabili, quali guadagni rientrano nella categoria?

Stipendio mensile, per tutti i lavori dipendenti (anche quelli a tempo determinato). L’entrata periodica che si ha in qualità di stipendio per il lavoro svolto presso un’azienda privata o pubblica, di piccole o grandi dimensioni, è una delle entrate dimostrabili più efficaci in assoluto.

Pensione, per tutti i pensionati. Quale che sia il tipo di pensione che si riceve (se INPS o di altri enti) non fa differenza, la cosa fondamentale è che si ha un’importo mensile fisso e che esso sia superiore alla pensione minima.

Dichiarazione dei redditi, per gli autonomi e i liberi professionisti. Se non si ha una busta paga, ma comunque si possono provare delle entrate periodiche grazie alla dichiarazione dei redditi, si è nella fascia di lavoratori noti come professionisti, o autonomi, coloro che possono richiedere dei prestiti senza busta paga.

Affitto di un locale di proprietà, per tutti. Dipendenti, pensionati, autonomi, tutti potrebbero possedere un locale o una casa di proprietà ed affittarla. L’incasso periodico che si riceve è un’entrata dimostrabile, a patto ovviamente che ci sia un contratto di affitto regolare che lega le parti.

C’è un’entrata dimostrabile minima per poter chiedere un prestito?

In linea generale no, nel senso che nessuna banca o finanziaria impone un minimo preciso da incassare, ogni mese o ogni anno, per poter fare domanda di prestito.

Questo, però, non vuol dire che anche coloro che hanno dei redditi minimi possono far domanda di prestito.

In linea generale, il rapporto che deve esserci tra le entrate mensili che si hanno e la rata mensile è di circa 1/5: 1.000 euro di stipendio al mese permettono di ricevere un prestito che presuppone una rata mensile di 200 euro.

Si possono chiedere prestiti senza entrate dimostrabili?

Teoricamente no, perché manca il presupposto principale senza il quale ogni domanda di prestito viene rifiutata. Ci sono, tuttavia, delle eccezioni, come nel caso dei prestiti d’onore: finanziamenti che vengono concessi solo sulla base dell’onore, della parola, e che vengono riservati solo a determinate categorie di persone, come gli studenti che hanno bisogno di un finanziamento per pagarsi gli studi.

Si potrebbe valutare l’idea di coinvolgere nel finanziamento un garante, ovvero un fidejussore, ma comunque un’entrata mensile di un certo livello, ovviamente dimostrabile, la si deve avere.

Check Also

pagamento rateale

Il Pagamento Rateale, come funziona?

Che cos'è il pagamento rateale e come funziona? Che cosa si può comprare a rate? In questo approfondimento ti parliamo delle rate.