lunedì, 19 febbraio, 2018
Home / Leasing / Agevolazioni Leasing Prima Casa 2016: Comprare Casa in Leasing

Agevolazioni Leasing Prima Casa 2016: Comprare Casa in Leasing

Una delle novità che è stata introdotta dalla legge di stabilità 2016 per quanto riguarda il settore dei finanziamenti ha riguardato la possibilità, per i privati, di comprare casa in leasing. Questo significa che per entrare in possesso di un immobile non bisognerà più necessariamente farsi carico di un mutuo, ma si potrà iniziare a valutare la convenienza anche di un leasing agevolato per la prima casa (che rimarrà valido fino al 2020).

Comprare la prima casa nel 2016: le richieste sono in aumento

Secondo l’ABI (Associazione Bancaria Italiana), il numero di mutui per la prima casa che è stato richiesto nel 2015 è stato nettamente maggiore rispetto a quanto visto nel 2014. Questo è sintomo, tra le altre cose, anche di una migliore situazione economica in Italia, che porta le persone a stare più tranquille relativamente al desiderio di farsi carico di un finanziamento importante come un mutuo casa.

Certo, c’è da considerare che, sempre nel 2015, 1/3 dei mutui richiesto è stato di tipo “surroga”, ovvero un mutuo nuovo per migliorarne uno vecchio dal punto di vista delle condizioni economiche. Anche nel 2016 si può prevede un ulteriore “boom” di questa tipologia di finanziamento.

Cresce la domanda, salgono le compravendite, ma non crescono i prezzi delle case, d’altronde la legge del mercato è chiara: i prezzi delle case salgono solo se le richieste sono maggiori rispetto all’offerta del mercato.

Comprare casa nel 2016: l’agevolazione del leasing immobiliare

Una delle alternative per comprare casa nel 2016 è indubbiamente il leasing immobiliare, novità introdotta, come detto, dalla legge di stabilità 2016. Tale leasing porta delle agevolazioni interessanti soprattutto per i giovani under 35.

La legge prevede, infatti, il vantaggio di detrarre dall’IRPEF, ogni anno, il 19% degli importi dei canoni pagati (il canone è la rata del leasing) fino a 1.520 € e un’aliquota ridotta del 1,5% per l’imposta di registro relativamente alle cessioni rispetto a banche e altri intermediari.

Altra agevolazione, questa volta per tutti, è la possibilità di portare in detrazione dell’IRPEF il 19% del costo di riscatto dell’immobile, ovvero la spesa che si fa quando si decide di saldare il leasing e passare dall’essere un semplice locatario, un proprietario.

Agevolazioni Leasing Prima Casa 2016: TABELLA

Proponiamo una tabella di riepilogo delle agevolazioni del leasing prima casa 2016.

Per chi Tipo di vantaggio Importo massimo
Per gli under 35, reddito annuo massimo 55.000 € Detrazione IRPEF del 19% dei canoni annui 1.520 €
Per gli over 35 Detrazione IRPEF del 19% dei canoni annui 758 €
Per tutti Detrazione IRPEF del 19% del prezzo di riscatto 20.000 €
Per tutti Aliquota ridotta dell’imposta di registro 1,5%

Leasing immobiliare prima casa: che cos’è? Come funziona?

Vogliamo approfondire ora il concetto di leasing immobiliare: che cos’è e come funziona questo particolare strumento finanziario?

In sostanza, per mettere in piedi un leasing ci si rivolge ad una banca o ad una società di leasing, la quale acquista (per conto di chi ne fa richiesta) un immobile. Esso viene poi concesso in leasing al richiedente, che diventa locatario.

Il locatario, ovvero colui che abiterà nell’immobile, dovrà pagare dei canoni periodici (le rate del leasing, insomma), che saranno composte da una quota di interessi e da una quota capitale.

Alla scadenza del contratto di leasing si ha di solito la possibilità di:

  • continuare con il leasing, stipulando un nuovo contratto (ma deve esserci la disponibilità a farlo da parte dell’istituto di credito);
  • estinguere il contratto di leasing e lasciare l’immobile;
  • pagare il prezzo di riscatto e diventare proprietario dell’immobile.

Vantaggi fiscali del leasing prima casa 2016 rispetto al mutuo prima casa 2016

Abbiamo detto, prima, che il leasing prima casa 2016 ha diversi vantaggi fiscali, ma non abbiamo ancora capito perché è più vantaggioso (fiscalmente parlando) rispetto ad un mutuo prima casa.

Ecco una tabella che mette a confronto le due soluzioni.

Leasing prima casa 2016 Mutuo prima casa 2016
Canone annuo 19% di detrazione IRPEF su tutto l’importo del canone 19% di detrazione IRPEF sul costo dei soli interessi
Prezzo di riscatto 19% di detrazione fiscale sul tutto il costo del prezzo di riscatto Non previsto

Come abbiamo potuto vedere, il maggior vantaggio fiscale lo si ha relativamente al fatto che la detrazione IRPEF nel leasing viene calcolata sull’importo di tutto il canone annuo (quota interessi + quota capitale), mentre nel mutuo viene calcolata solo sul valore della quota interesse, non anche su quella della quota capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *