giovedì, 24 maggio, 2018
Home / Rendimento del Libretto Postale: Calcolo Interessi 2018 / Carta Libretto Postale: IBAN, come Funziona, Info Costi 2017 – 2018

Carta Libretto Postale: IBAN, come Funziona, Info Costi 2017 – 2018

Tutti i possessori di un libretto postale possono fare richiesta di una carta libretto postale: una speciale carta che permette di svolgere operazioni legate al libretto stesso pur senza avere il cartaceo dietro.

La carta libretto postale Poste Italiane non deve essere intesa come una carta di debito, cioè come un bancomat: non può essere usata per fare acquisti nei negozi ma solo per prelevare denaro presso gli sportelli Postamat presenti in tutta Italia.

Carta libretto postale, come funziona e quanto posso prelevare?

In maniera molto semplice, con una carta Libretto Postale è possibile andare presso un qualunque ATM del circuito Postamat (e solo quelli) e si possono prelevare fino a 600 € al giorno e fino a 2.500 € al mese.

Inoltre, si possono fare fino a 40 operazioni senza scrittura sul libretto. Svolte questo numero di operazioni, occorre andare in un qualunque ufficio postale e farsi fare una nuova scrittura sul libretto, che abilita a compiere altre 40 operazioni.

Inoltre, è possibile controllare il saldo del proprio libretto postale.

Orari prelievo

Non ci sono orari precisi di prelievo con questa carta, che dunque può essere fatto 24 ore su 24.

Si può usare la carta libretto postale online, o per pagare?

No, questo strumento di Poste Italiane è stato pensato solo ed esclusivamente per facilitare e rendere più veloce l’uso del libretto postale. Le uniche operazioni che si possono fare sono quelle relative al prelievo di denaro da uno sportello Postamat, null’altro.

Allo stesso modo, la carta non si può usare come un bancomat per pagare nei negozi “fisici” tramite POS.

Come funziona l’attivazione della Carta libretto Postale?

Dopo aver fatto richiesta della Carta, la stessa non arriva a casa ma viene inviata all’ufficio postale dove si è proceduto con la domanda. Al domicilio del richiedente, invece, arriva il PIN necessario per poterla usare.

Quando arrivare, la carta libretto postale è non abilitata, il che significa che deve essere attivata da Poste Italiane. Dunque, non bisogna temere eventuali problemi o smarrimenti nella spedizione.

Non appena si riceve il codice PIN, pertanto, bisogna andare presso l’ufficio postale dove si era fatta richiesta e chiedere l’attivazione della carta. Non appena la stessa sarà stata fatta, è possibile iniziare ad usarla immediatamente.

Costo carta libretto postale?

Ecco un riepilogo di costi e commissioni di questa carta.

Quota annuale Gratis
Prelievi da sportelli Postamat Gratis
Blocco Carta Gratis
Prelievo massimo giornaliero 600 €
Prelievo massimo mensile 2.500 €
N° di operazioni massime con una scrittura 40

Problemi e domande legate alla carta libretto postale

Cosa fare se carta libretto postale è smagnetizzata? Semplicemente bisogna andare presso l’ufficio postale dove si era fatta richiesta di apertura e fare presente il problema. Gli addetti delle Poste provvederanno a fare richiesta di una nuova carta.

Cosa fare in caso di smarrimento o furto? Nessun problema, la carta non può essere usata senza il PIN (per questo motivo, non mettetelo vicino alla carta stessa o non scrivetelo sopra, ma ricordatelo a mente). In ogni caso è importante farlo presente a Poste Italiane, dunque andate il prima possibile in un ufficio postale (uno qualunque) e dite che avete smarrito o che vi hanno rubato la carta. L’ente subito procederà al blocco della stessa, ad annullarla e a rimpiazzarla con una nuova.

C’è rischio che la carta possa venire clonata? Certo, ogni volta che si usa carta magnetica c’è rischio che la stessa possa venire clonata. Per fortuna, le probabilità sono poche, ma comunque occorre tenere a mente il rischio. Per questo motivo vi consigliamo di controllare, periodicamente, le uscite dal libretto postale (potete farlo usando direttamente la carta e da uno sportello ATM) e segnalare immediatamente a Poste Italiane qualunque cosa vi sembri strana.

Anche se semplicemente non ricordate di aver fatto un’operazione e siete nel dubbio, fatelo comunque presente e non temete di fare brutte figure: la sicurezza viene prima di tutto!

Uso la carta, ma dice non abilitata! In questo caso potrebbe essersi trattato di un problema con i terminali di Poste Italiane, oppure di un disguido legato alla smagnetizzazione della carta stessa. Qualunque siano le cause, andate subito in un ufficio postale.

Cosa fare se l’intestatario della carta è deceduto? In questi casi, essendo la carta legata al libretto postale, se lo stesso era cointestato di solito rimane all’altro cointestatario, altrimenti passa agli eredi. Per maggiori informazioni, in ogni caso, vi consigliamo di rivolgervi ad un legale esperto in materia di successioni.

Carta Libretto Postale, quando arriva? In teoria sono necessari pochi giorni per ricevere la carta presso l’ufficio postale dove si è richiesta l’apertura. Lo stesso dicasi del PIN, che invece vi arriva a casa.

La carta non è stata recapitata, e ora? Se la vostra carta non arriva, Poste Italiane si occuperà di capire cosa è successo e di farvi arrivare un’altra carta. Per quella “smarrita” non preoccupatevi, non è abilitata (e inoltre chiunque ne entri in possesso non ha il PIN, che vi arriva a casa) dunque non rischiate di perdere davvero nulla.

Si può versare denaro? Tramite la carta in sé non è possibile versare denaro sul libretto postale, magari tramite ATM. Per farlo dovete necessariamente fare la fila in Posta e presentare il libretto.

Si può guadagnare con la carta libretto? In linea teorica si, perché è previsto il pagamento di un interesse minimo. Nella pratica, però, bisogna fare “i conti” con il bollo statale, che eroga il possibile guadagno. Per questo, qui di seguito puoi trovare 3 alternative più remunerative ma altrettanto sicure:

Si può usare la carta libretto postale all’estero?

No, purtroppo no. L’uso di questa carta è legata alla presenza di sportelli ATM Postamat, dunque non può essere usata all’estero. Se avete in procinto di fare un viaggio potete solo effettuare un prelievo prima della partenza e partire portando con voi il contante. In alternativa, dovreste avere una carta di credito, di debito, oppure una prepagata.

Si può ricevere un bonifico su libretto postale?

Grazie alla carta libretto postale è possibile ricevere anche l’accredito di un bonifico, un pagamento da altra banca italiana o internazionale, senza alcun problema. Non ci sono spese per la ricezione del bonifico, pertanto è sempre molto conveniente.

Posso ricevere l’accredito dello stipendio?

Il codice IBAN della carta libretto postale può essere usato anche per ricevere l’accredito dello stipendio. E’ possibile farlo sia per i dipendenti del settore privato che del settore pubblico, senza alcun problema.

Considerando la comodità di questa carta, sono sempre tanti i giovani e meno giovani che decidono di aprire la carta libretto postale per ricevere l’accredito stipendio.

Libretto Postale IBAN, dove si trova e a cosa serve?

L’IBAN, acronimo di International Bank Account Number, è il codice delle coordinate bancarie internazionali che permette di identificare, in maniera univoca, un conto corrente bancario, sia in Italia che all’estero. Si tratta di un codice che è di fondamentale utilizzo per ricevere bonifici dall’estero, ma che anche da Italia ad Italia sta risultando essere sempre più importante.

Questo codice si trova solitamente riportato sul libretto stesso, in mancanza è possibile chiedere direttamente presso l’ufficio postale più vicino, oppure calcolarlo seguendo la guida di questa immagine:

Libretto Postale, calcolo IBAN
Libretto Postale, calcolo IBAN

Si può ricevere l’accredito della pensione?

Si, è possibile usare la carta libretto postale per ricevere l’accredito della pensione (INPS e INPDAP), ma solo a patto che alla carta stessa sia assegnato un IBAN.

Per poterlo avere dovete avere un libretto postale Smart. In questo caso potete andare presso un ufficio di Poste Italiane e farvi comunicare l’IBAN della vostra carta (è un codice univoco, che avete solo voi).

Con l’IBAN in mano potete comunicarlo all’ente pensionistico e farvi accreditare la pensione direttamente sul libretto postale tramite la carta libretto.

Si può fare un bonifico da libretto postale a conto corrente bancario o postale?

Anche in questo caso, grazie alla carta libretto postale con IBAN è possibile fare un bonifico verso un altro conto corrente bancario o postale. Per costi e condizioni, la miglior cosa è rimanere aggiornati chiedendo direttamente all’ufficio postale più vicino a casa propria, oppure direttamente sul sito ufficiale www poste it .

Libretto postale accredito disoccupazione

Così come si può usare la carta libretto postale per ricevere un bonifico, lo stipendio o la pensione, è possibile usarla anche per la ricezione dell’accredito per la disoccupazione. Basta dare semplicemente i dati dell’IBAN all’ente che pagherà questo beneficio economico. Per informazioni, in questo caso si può andare direttamente in Posta, oppure chiedere all’INPS di riferimento.

Per bloccare la carta

Per chiedere il blocco della carta in seguito a furto o smarrimento, riportiamo di seguito il numero verde con cui poter contattare Poste Italiane: 800 652 653 . Un operatore è a disposizione 24 ore su 24 .