venerdì, 19 gennaio, 2018
Home / Mutui Casa / Spese Accessorie per il Mutuo di Acquisto della Prima Casa

Spese Accessorie per il Mutuo di Acquisto della Prima Casa

Chi sta per sottoscrivere un mutuo per la dimora principale deve tenere conto che, oltre alla spesa per gli interessi sulla somma ottenuta, è necessario sostenere anche tutta una serie di spese accessorie per la prima casa.

Acquistare la prima casa è un passo importante sia da un punto di vista “personale” che “economico”. Nel primo caso, possedere una casa di proprietà è assolutamente soddisfacente, nel secondo caso è più vantaggioso perché ogni spesa che si fa è per qualcosa di proprio, non per un affitto che va a vantaggio di terze persone.

Tra queste spese possiamo far rientrare, per l’appunto, anche quelle accessorie legate al mutuo, ecco quali sono.

La spesa per il perito e il notaio

Stipulare un contratto di mutuo fa entrare nel “gioco” due professionisti che sono necessari per legge: perito e notaio.

Il primo effettua una valutazione economica dell’immobile e la invia alla banca, la quale anche sulla base delle indicazioni del professionista deciderà quanto concedere come mutuo. I costi del perito variano di solito da 150 a 350 euro.

Il secondo è fondamentale per rendere valido il contratto di mutuo. Un notaio interviene sia nel caso di rogito notarile che nel caso di atto di mutuo.

Il costo della sua parcella va, in media, da 2.000 a 3.000 euro, secondo questa tabella:

Valore immobile fino a Compenso medio
93.000 € 2.000 €
139.500 € 2.200 €
186.000 € 2.400 €
232.400 € 2.500 €
280.000 € 2.600 €
370.000 € 2.750 €
465.000 € 3.000 €

A questi importi occorre aggiungere l’IVA (attualmente al 22%), le imposte per la registrazione degli atti, le imposte di registro, bolli e tasse per le pubbliche amministrazioni.

Totale: da 2.500 € a 5.000 € circa

Imposte del mutuo

Si tratta di una tassa che viene trattenuta dalla banca e versata direttamente allo stato. Ovviamente se ne deve fare carico chi richiede il finanziamento. Ci sono due percentuali, entrambe da calcolare sull’importo del mutuo:

  • 0,25% se mutuo prima casa e se il finanziamento è concesso da una banca
  • 2% se mutuo seconda casa o se il finanziamento è concesso da un istituto creditizio diverso da una banca

Spese dei certificati

Prima di poter concedere il mutuo, la banca necessita di tutta una serie di certificati, sui quali occorre pagare il bollo statale.

Ad esempio, sui certificati anagrafici il bollo è di 14,62 € .

Se a fare domanda di mutuo è un libero professionista o il titolare di un’impresa, ci sarà bisogno di fornire anche prova dell’iscrizione all’albo o quello alla Camera di Commercio, per i quali sono previste altre spese.

Totale: tra 50 e 100 €

Spese di gestione del mutuo

Un po’ per qualunque prestito personale (tranne per i prestiti con zero spese accessorie), ci sono dei costi di gestione del finanziamento.

Si tratta delle spese di incasso rata, ad esempio, che vengono sostenute per ogni rata periodica che si paga (solitamente tale costo varia da 2 a 3 euro).

Nel caso di mutui per durate maggiori a 20 anni occorre anche tenere in conto il costo per il rinnovo dell’ipoteca che, appunto, ha una durata massima di 2 decadi.

Totale: circa 360 € considerando un mutuo da 15 anni con rate mensili, ognuna delle quali ha un costo di gestione di 2 €

Costo per l’assicurazione di casa

Prima di poter accendere un mutuo è necessario che il mutuatario abbia tutta una serie di polizze assicurative atte a proteggere la casa, tra cui:

  • assicurazione incendio, per proteggere il fabbricato da eventuali danni legati al fuoco
  • se il richiedente del mutuo avrà, al momento del pagamento dell’ultima rata, un’età superiore a 70 anni, bisognerà sottoscrivere anche una polizza vita, il cui costo varia a seconda dell’età, dello stile di vita che si conduce, del lavoro che si fa, ecc.
  • polizza fidejussoria

A questo occorre considerare anche il costo eventuale nel caso in cui si voglia estinguere in maniera anticipata il mutuo.

Totale: circa 3.500 €

Check Also

Conviene comprare casa oggi?

Conviene comprare casa oggi? Guida 2017

Conviene comprare casa oggi? E’ una buona scelta, valida e utile, acquistare casa nel 2017 (e …