venerdì, 27 aprile, 2018
Home / Prestiti Convenzionati INPS per dipendenti e pensionati, la Guida Completa / Prestiti INPS per Disoccupati 2018: come richiedere anticipo ASpI

Prestiti INPS per Disoccupati 2018: come richiedere anticipo ASpI

Una delle caratteristiche fondamentali dei prestiti INPS è quella che il richiedente deve avere un lavoro, oppure essere in pensione. L’ente pensionistico italiano prevede, tuttavia, una possibilità con la quale anche i disoccupati possono fare domanda di finanziamento.

Prestiti Inps per disoccupati: tutto sull’anticipo ASpI

Tutti i lavoratori disoccupati che percepiscono la cosiddetta indennità ASpI e vogliono aprire un’attività imprenditoriale in proprio, possono fare richiesta all’INPS del cosiddetto “prestito ASpI“.

In realtà, se vogliamo dirla tutta, non si tratta proprio di un prestito strettamente inteso, bensì della possibilità di ricevere, tutte in anticipo, le somme che spetterebbero mese dopo mese in termini di disoccupazione.

Quindi, ricapitolando: con questo prestito per disoccupati, si possono avere oggi tutte le somme che si potrebbero avere, nei mesi futuri, come disoccupazione.

La condizione fondamentale, come detto prima, è che l’obiettivo finale sia quello di reinvestire la somma nell’avvio di un’attività economica imprenditoriale: che sia un piccolo bar, rilevare un negozio, aprire uno studio professionale e così via.

La disponibilità di questi finanziamenti rimane valida anche per tutti coloro che avevano già avviato, in passato, un’attività imprenditoriale, poi lasciata per accettare l’offerta di lavoro da dipendente ed oggi, dopo aver perso il lavoro, si ha intenzione di ripartire.

Prestiti ASpI con anticipo, come fare domanda e scadenza

La domanda può essere presentata unicamente compilando il modulo apposito disponibile presso la sede INPS più vicina a casa propria. In alternativa, si può scaricare direttamente sul sito ufficiale dell’INPS a questo indirizzo.

Alla richiesta bisogna ovviamente allegare tutta la documentazione richiesta, che verrà di volta in volta richiesta dall’ente pensionistico in fase di domanda.

Ovviamente, la domanda di disoccupazione anticipata, se così possiamo definirla, dev’essere richiesta entro la data di scadenza della fruizione dell’indennità di disoccupazione stessa.

Altro limite temporale è che la domanda per l’anticipo dell’ASpI deve essere presentata entro 60 giorni dall’inizio della nuova attività lavorativa.

Check Also

Prestiti Enasarco per agenti di commercio e rappresentanti

Prestiti Enasarco per agenti di commercio e rappresentanti

I prestiti per gli agenti di commercio ed i rappresentanti, richiesti tramite Enasarco, sono soluzioni convenienti e vantaggiose. Approfondimento sulla cessione V e sui mutui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *