venerdì, 22 settembre, 2017
Home / Prestiti per lavoratori part-time

Prestiti per lavoratori part-time

Quando dei lavoratori richiedono un prestito presso delle banche o istituti di credito non è sempre detto che questi possiedano un lavoro a tempo pieno e, magari, anche indeterminato. Può capitare che anche un lavoratore part time necessiti di una certa somma di denaro per poter acquistare un auto, aprire un mutuo o per tanti altri motivi. Scopriamo quali sono le caratteristiche dei prestiti per lavoratori part time e come è possibile ottenerli.

Chi sono i lavoratori part time

Partiamo con lo spiegare chi sono i lavoratori part time, anche se dovrebbe essere, ormai, chiaro a tutti. Il “part-time”, come suggerisce il nome, è un tipo di lavoro parziale e che porta il dipendente a lavorare un numero di ore ridotte rispetto alle minime per legge che rappresenterebbero un lavoro a tempo pieno (min. 40 ore settimanali). Questa tipologia di impiego, che, esattamente come quello full-time, può essere a tempo determinato o indeterminato, è nata con lo scopo di aiutare le aziende e provvedere a quelle situazioni in cui non è necessaria la piena disponibilità di un lavoratore. Inoltre, il lavoro a tempo parziale può essere utile per quelle attività che rimangono aperte solo durante un certo periodo dell’anno. Senza contare che la sua affermazione si è resa molto utile per favorire quelle categorie di persone che fanno fatica a trovare un impiego, come i giovani o, al contrario, coloro che hanno già raggiunto una certa età, venendo esclusi dal mondo del lavoro.

Come ottenere un prestito

Dopo aver spiegato chi sono i lavoratori part time, passiamo alle caratteristiche dei prestiti per lavoratori part time. Fermo restando che per un lavoratore part time è sempre difficile ricevere un finanziamento, ci sono, comunque, alcuni istituti che danno la possibilità di ottenerlo, a patto di rispettare alcune condizioni. Solitamente, lo stipendio percepito non deve essere inferiore ai 500 euro e, sicuramente, i lavoratori a tempo indeterminato saranno molto più avvantaggiati rispetto a quelli che hanno un impiego destinato a scadere.

Rivolgendosi a delle banche online potrebbe essere più facile ottenere un finanziamento anche se non si possiedono tutte le caratteristiche minime. Solitamente, però, è necessario porre una garanzia, che può essere un garante, che, in caso di mancata restituzione della somma prestata, si offre di rimediare di tasca propria, o un’ipoteca sui propri beni. Quindi, è sempre meglio essere cauti in questo tipo di trattazioni, per evitare di riempirsi di debiti e non sapere più come uscirne.

Richiedere un finanziamento anche se dipendenti part time protestati

Per i dipendenti part time protestati la faccenda si complica. In questo caso, sempre che il prestito venga concesso, diventa obbligatorio fornire una garanzia. Un altro modo sicuro per garantire il saldo del debito è la cessione del quinto. In ogni caso, che si tratti di dipendenti part time cattivi pagatori oppure no, è sempre difficile ottenere dei finanziamenti e lo diventa ancora di più col ridursi dello stipendio.

Potresti trovare utili anche i seguenti articoli di approfondimento: