venerdì, 24 novembre, 2017
Home / Prestiti per Pensionati / Documenti per fare Domanda di Prestiti per Pensionati

Documenti per fare Domanda di Prestiti per Pensionati

I prestiti per pensionati sono una categoria di finanziamento che viene riservata, ovviamente, a chi “gode” di una pensione di anzianità. La maggior parte dei finanziamenti sono riservati a chi ha questo particolare tipo di pensione, in considerazione del fatto che non tutte le pensioni sono valide per poter domanda di credito (leggi quali sono le pensioni escluse).

Una delle domande che maggiormente si fanno in rete è relativa a quali documenti sono necessari per presentare domande di prestito per pensionati. In questa lista riportiamo quelli che solitamente vengono richiesti dalle società finanziarie e dalle banche, tenete presente che potrebbero esservene chiesti di diversi a seconda dei casi e dell’istituto di credito a cui ci si rivolge.

Leggi anche -> Documenti domanda cessione del quinto

Documento di identità

E’ fondamentale portare con sé una carta di identità o un passaporto, ovviamente validi. Non c’è alcun problema per quanto riguarda, invece, la scadenza del documento, nel senso che vengono solitamente accettati anche documenti che scadono di lì a poco.

Codice fiscale

E’ il documento che vi identifica dal punto di vista fiscale e c’è bisogno di averlo per fare domanda di finanziamenti. Potete usare sia la vecchia versione bianca e verde, che la nuova tessera sanitaria con codice fiscale.

Certificato di residenza

Per i cittadini stranieri UE è importante dimostrare di risiedere in pianta stabile nel nostro paese e il modo per farlo è il certificato di residenza. Se non lo avete già, potete rivolgervi al vostro comune oppure richiederlo online.

Attestato di soggiorno

Solo per i prestiti per stranieri, l’attestato di soggiorno è un documento che mette in evidenza il diritto a risiedere in Italia.

Documento attestante il reddito

E’ fondamentale, per ogni tipologia di prestito che si chiede, poter dimostrare di avere un reddito con il quale far fronte al rimborso delle rate periodiche. Nel caso del finanziamento per pensionati il documento richiesto è il cedolino della pensione, che vi arriva a casa dall’INPS o dall’ente pensionistico al quale fate riferimento. Solitamente è necessario presentare almeno due cedolini della pensione, riferiti ai due mesi precedenti a quello in cui si fa domanda di prestito.

Per maggiori informazioni ti invitiamo a leggere il nostro testo sui prestiti per disoccupati (anche senza garante) e quello sui prestiti senza busta paga.

Il modello ObisM

Si tratta praticamente della “carta di identità” della vostra pensione, un documento dal quale si attesta ogni mese l’importo che si riceve, al netto di eventuali trattenute.

E’ valido per i pensionati INPS, da qualche anno a questa parte non viene più inviato a casa ma bisogna esplicitamente chiederlo all’ente previdenziale. Per farlo avete due modi:

  • richiesta al patronato di fiducia, la cui assistenza è gratuita
  • richiesta online tramite il sito dell’INPS. In questo caso è importante essere registrati sul sito dell’ente previdenziale.

Documenti relativi ad altri finanziamenti in corso

Sappiamo che è possibile chiedere un nuovo finanziamento anche se ce ne sono altri già in corso. Ovviamente, la banca o la finanziaria terranno in considerazione questa eventualità per calcolare la somma massima che potete ricevere.

Per poterla ricevere ci si può rivolgere alla società finanziaria di cui si è già clienti.

Copia delle ultime bollette

A volte potrebbe essere richiesta una copia delle ultime bollette pagate (elettricità, gas, Sky o altre), utile per verificare se il richiedente è solvibile.

Copia dell’estratto conto bancario o postale

A seconda dei casi è possibile che venga richiesto anche una copia del proprio conto corrente bancario o postale, per verificare se ci sono delle uscite periodiche che potrebbero inficiare la capacità di rimborsare il finanziamento in questione.

Check Also

Prestiti fino a 80 anni: si possono veramente ottenere?

Prestiti fino a 80 anni: si possono veramente ottenere?

La richiesta di finanziamento da parte di un pensionato è spesso soggetta ad un limite …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *