mercoledì, 20 giugno, 2018
Home / Prestiti Personali per la Ristrutturazione di Casa

Prestiti Personali per la Ristrutturazione di Casa

Avete intenzione di ristrutturare un po’ (o molto) la vostra casa e siete alla ricerca di un buon prestito economico per poterlo fare? Cercare in internet può essere una cosa alquanto confusa, perché ci sono tante banche che propongono questo prestito e non si sa veramente dove poter trovare il preventivo migliore.

Noi abbiamo confrontato le migliori soluzioni di prestiti ristrutturazione per evidenziare le principali caratteristiche.

UBI Banca, Creditoppla ristrutturazione casa

  • TAN fisso: 4,89%
  • TAEG fisso 5,00% (il TAEG sale al 7,41% se si abbinano al prestito le assicurazioni facoltative)
  • Importo da 3.000 € a 75.000 €
  • durata minima 19 mesi
  • durata massima 120 mesi (10 anni)
  • possibilità di posticipare 1 rata ogni 24
  • rate da pagare con addebito in conto corrente

Esempio di calcolo rata: prestito da 20.000 € per 10 anni (120 mesi), spese di istruttoria e di incasso rata pari a 0 €, TAN fisso del 4,89%, TAEG fisso del 5,00%, la rata mensile è di 211,06 € . La somma restituita in totale sarà di 25.327,20 € . Se si aggiungesse una copertura assicurativa, il TAEG fisso salirebbe al 7,41%, la rata mensile sarebbe di 234,01 €, mentre la somma restituita in totale sarebbe di 28.081,20 € .

Maggiori informazioni

Unicredit, Prestito Ristrutturazione

  • TAN fisso: 5%
  • TAEG calcolato sulla base dell’importo richiesto e delle spese accessorie *
  • Importo massimo 100.000 €
  • durata minima 3 anni
  • durata massima 10 anni
  • nessuna garanzia reale richiesta
  • possibilità di avere una rata arrotondata, più facile da ricordare
  • rate da pagare con addebito in conto corrente

* su un prestito da 30.000 € per 7 anni (84 mesi), imposta sostitutiva pari a 75 € e spese di invio rendiconto periodico/documento di sintesi pari a 0,64 € , il TAEG è del 5,52%, mentre la rata mensile è di 424,02 € .

Maggiori informazioni

RataWeb

  • TAN fisso: 5,65%
  • TAEG variabile calcolato sulla base dell’importo richiesto e delle spese accessorie
  • Importo da 3.000 € a 30.000 €
  • spese assicurative facoltative calcolate in percentuale sull’importo finanziato (percentuale minima 3,30%, massima 4,50%)
  • finanziamento pari al 100% del costo del progetto
  • richiesta preferibilmente anche la firma del coniuge
  • durata massima 84 mesi
  • nessuna spesa di istruttoria

Maggiori informazioni

Findomestic Banca

  • TAN fisso: 6,65%
  • TAEG fisso 6,85%
  • Importo da 1.000 € a 60.000 €
  • finanziamento pari al 100% del costo del progetto
  • durata massima 10 anni
  • possibilità di avere le opzioni di cambio rata e di salto rata (prestiti elastici)
  • rate da pagare con addebito in conto corrente

Finalità:

  • manutenzione ordinaria e straordinaria
  • installazione di porte, cancelli, finestre
  • acquisto di vasche idromassaggio, piscina, doccia

Maggiori informazioni

Consigli utili per scegliere il miglior Prestito Ristrutturazione Casa

Il consiglio principale, prima di fare domanda di prestiti per la ristrutturazione di casa, è quello di rivolgersi ad un esperto commercialista per chiedere se ci sono delle agevolazioni fiscali per portare in detrazione dalle tasse i costi dei lavori, in maniera particolare se fatti sulla prima casa.

Accertatevi anche di chiedere i dettagli che a prima vista potrebbero sembrare più “insignificanti”, come la modalità di pagamento dei lavori, eventuali tempistiche da rispettare, se è necessario rivolgersi ad imprese di costruzioni che abbiano determinate caratteristiche, se si possono scaricare i costi nel caso di lavori “fai da te” (che permettono di risparmiare sui costi della ristrutturazione di casa), ecc. Insomma, fatevi dire tutto, per filo e per segno e se non avete le idee chiare non esitate a chiedere.

Perché? Semplice, perché se c’è qualche passaggio sbagliato rischiate di non poter detrarre nulla.

Finanziamento ristrutturazione: conviene il prestito o il mutuo?

E’ la domanda classica che ci si pone quando ci si accinge a fare questa tipologia di spesa. Ecco una tabella di confronto:

Prestito Mutuo
Tasso fisso Più alto Più basso
Tasso variabile No Si, potrebbe salire in futuro
Spese notarili No Si, attorno a 1.000 €
Ipoteca su un immobile No Si
Importi Fino a 100.000 € Più elevati, a seconda della garanzia
Agevolazioni fiscali Si, se previste per legge Si, se previste per legge