lunedì, 17 luglio, 2017
Home / Prestiti tra privati 2017: come funziona il social lending / Prestiti tra Privati Italiani: Focus 2016 / 2017

Prestiti tra Privati Italiani: Focus 2016 / 2017

Una delle realtà che sta assumendo un’importanza sempre maggiore nel nostro paese è quella dei prestiti tra privati, che sono economici: si tratta di finanziamenti che sono concessi da un privato ad un altro, il tutto nel rispetto della legge, ovviamente. Si, perché per poter partecipare ai prestiti tra privati, bisogna necessariamente passare per un intermediario specializzato, come Prestiamoci o Smartika.

Prestiti tra privati italiani: come funzionano

In breve, i prestiti tra privati funzionano in questa maniera: una persona, italiana, ha bisogno di denaro e si rivolge ad un servizio autorizzato (dalla Consob), cioè quei Prestiamoci o Smartika che abbiamo detto prima.

Un’altra vuole prestare il suo denaro e lo dà al broker finanziario in questione. I soldi sono dunque prestati da altri soggetti privati, anch’essi residenti nel nostro paese, che hanno pertanto del denaro da parte da cui vogliono guadagnare, dandolo ad altri.

Il compito delle agenzie di prestiti tra privati è quello di far incontrare domanda e offerta, proponendo soluzioni a tassi veramente competitivi.

C’è da fidarsi di questo prestito on line?

A condizione di passare per una delle agenzie autorizzate ad operare, diciamo assolutamente di si.

Per chi ha bisogno di un prestito, permane sempre l’obbligo di rimborsare le rate ad un tasso di interesse fisso, altrimenti si può incorrere nella segnalazione come cattivo pagatore, mentre per chi ha del denaro da prestare, la sicurezza viene data dal fatto che i suoi soldi sono divisi tra più richiedenti, così da minimizzare il rischio.

Abbiamo parlato in maniera approfondita di tutto questo nel nostro testo di prestiti tra privati, cui ti rimandiamo, mentre un altro approfondimento che ti può interessare è quello sui prestiti tra privati illegali.

Il nostro consiglio è quello di avvalersi sempre di un broker specializzato, e ovviamente autorizzato a operare in Italia. Il vantaggio è quello dell’esperienza, dato che questi broker gestiscono centinaia di pratiche e possono fornire tutti i consigli del caso, oltre che dare assistenza legale se ce ne fosse bisogno.

Prestiti a parenti, rientrano in questa categoria?

In teoria i prestiti tra parenti potrebbero rientrare nella categoria di finanziamenti tra privati, anche se il funzionamento è leggermente diverso se sono infruttiferi, cioè se il prestatore non guadagna nulla dal prestito. E’ l’esempio in cui un genitore presta del denaro ad un figlio per acquistare una macchina o una casa.

La legge dichiara che il familiare può prestare denaro a condizione di stare attenti al metodo di pagamento, cioè che tutto venga fatto con un bonifico, che è facilmente tracciabile.

Se il tuo obiettivo è prestare denaro ad un figlio, fratello / sorella, o genitore, ti invitiamo a leggere il nostro testo sui prestiti tra parenti e familiari.

Prestiti da privati italiani: convengono?

Nella maggior parte dei casi, i prestiti da privati in Italia si possono avere ad un tasso di interesse più conveniente rispetto ai classici prestiti personali. Un altro vantaggio è che i cattivi pagatori non sono in genere tagliati fuori dalla domanda, l’unico punto negativo è che il tasso di interesse che essi devono pagare potrebbe essere più alto della media (ma questo accade per tutti i finanziamenti, anche quelli online).

Nel complesso possiamo dire che i prestiti privati italiani sono convenienti:

  • per chi cerca un prestito, permette di averlo a condizioni vantaggiose;
  • per chi ha denaro messo da parte, è possibile prestarlo come soluzione di investimento alternativa ai conti di deposito o al mercato azionario.