Come si paga una cambiale?

Se stai pensato di firmare delle cambiali e sei alla ricerca di informazioni su come pagarle, in questo articolo ti diciamo come si paga una cambiale passo dopo passo, così che tu possa essere sicuro di non saltare mai un pagamento, né di pagare in ritardo una cambiale.

Perché devi pagare una cambiale in tempo?

La prima cosa che devi sapere è che una cambiale va pagata sempre in tempo perché è un titolo esecutivo.

Questo significa che il tuo creditore può, se tu non paghi una cambiale, ottenere il tuo protesto ed avere il pignoramento dei tuoi beni, che quindi verranno venduti per pagare il tuo debito cambiario.

A parte questo discorso di vendere i beni, la cosa su cui devi prestare più attenzione è proprio l’iscrizione nel registro dei protestati: una volta che si finisce lì dentro inizia un vero e proprio calvario finanziario in Italia:

Già da soli questi due svantaggi devono metterti in guardia dal non pagare le cambiali.

Avendo fatto questa doverosa premessa, vediamo ora come pagare una cambiale.

Come pagare una cambiale

Per sapere esattamente come pagare una cambiale, devi conoscere necessariamente:

  • qual’è il giorno di pagamento della cambiale;
  • dove pagare la cambiale

Il giorno di pagamento della cambiale

Il giorno di scadenza della cambiale è diverso a seconda di quello che c’è scritto sopra.

La cambiale può essere:

  • a vista: cioè il pagamento deve venire nel momento in cui il creditore presenta la cambiale per il pagamento. In questo tipo di cambiale, il pagamento deve avvenire al massimo entro un anno dall’emissione;
  • a giorno fisso: la cambiale dovrà essere pagata un giorno prefissato, che è anche il giorno della scadenza;
  • a certo tempo data: la cambiale dev’essere paga entro un periodo massimo a partire dalla data indicata sulla cambiale stessa. Ad esempio, se la cambiale è pagabile “a 90 giorni”, allora bisognerà pagare il 90° giorno dalla data di emissione del titolo;
  • a certo tempo vista: esattamente come sopra, solo che i giorni entro cui devi pagare la cambiale si iniziano a calcolare dal momento in cui il creditore presenta il titolo per l’incasso.

Se sulla cambiale non c’è scritta nessuna data di scadenza, allora si considera pagabile a vista.

Se, invece, la data è indeterminata (ad esempio sul titolo c’è scritto “quando avrò disponibilità di soldi”, o qualcosa di simile), allora il titolo non è considerato valido.

Se, infine, il giorno di scadenza cade in un giorno festivo, oppure di sabato o domenica, allora la scadenza si considera prorogata fino al 1° giorno lavorativo successivo.

Dove si paga la cambiale?

La cambiale si paga di solito presso il domicilio del debitore.

In alternativa, la cambiale può essere domiciliata presso una banca (ad esempio nel caso dei prestiti cambializzati).

Altra alternativa ancora, è quella di indicare il domicilio del creditore, o di un terzo.

Cosa succede se non si paga la cambiale?

Se la cambiale non viene pagata o viene pagata in ritardo, il creditore può rivalersi sui beni del debitore, senza che debba andare di fronte ad un Giudice.

Per poter chiedere il protesto basta infatti andare da un notaio, da un segretario comunale, da un ufficiale giudiziario o da un altro pubblico ufficiale.

Preventivo Gratis in 1 minuto