Home / Finanziamenti aziendali alle imprese / Microcredito, cos’è e come funziona

Microcredito, cos’è e come funziona

Lo scenario economico attuale richiede investimenti di una certa portata per essere competitivi e costantemente al passo coi tempi. Tuttavia, esistono innumerevoli realtà che non riescono a reggere un ritmo del genere solo ed esclusivamente con le proprie forze, per cui ricorrono a un microcredito immediato in grado di dar loro il sostegno desiderato.

Inoltre, sappi che per il microcredito 2021 sono entrate in vigore alcune novità che rendono ulteriormente appetibile questa forma di finanziamento come l’innalzamento della soglia erogabile fino a un massimo di 50.000 euro grazie al decreto Ristori (art. 1, comma 14-quinquies L 176/2020) rispetto al Decreto Cura Italia che lasciava tale soglia a 40.000 euro. Insomma, una cifra davvero invitante che attraverso un utilizzo concreto e costruttivo potrà condurti ai risultati sperati in men che non si dica.

Microcredito, cos’è e come funziona

Entrando nel dettaglio della faccenda introdotta poc’anzi, si può dire che il microcredito sia la concessione di somme di denaro alle imprese che non riescono a soddisfare autonomamente le proprie esigenze. Diverso quindi dal microprestito, che invece è destinato ai privati.

A differenza dei piccoli prestiti bancari, questa forma di finanziamento funziona avvalendosi di tassi di interesse molto bassi e fornisce monitoraggio e assistenza tecnica alle attività finanziate.

Inoltre, c’è quasi sempre una sorta di approccio etico verso le tue priorità affinché tu ti senta tutelato, economicamente parlando, in tutto e per tutto.

Soggetti Beneficiari del Microcredito

I soggetti che possono beneficiare del microcredito sono: professionisti e imprese individuali titolari di partita IVA da non più di cinque anni e con massimo 5 dipendenti; società a responsabilità limitata semplificata, società cooperative titolari di partita IVA da meno di cinque anni e con un tetto massimo 10 dipendenti e società di persone di nuova o vecchia fondazione.

Vedi anche la pagina specifica sui finanziamenti alle aziende e la cessione del quinto a dipendenti di piccole aziende.

Non mancano, ad ogni modo, realtà che erogano quanto descritto sino ad ora anche nei confronti di nuclei familiari disagiati.

Requisiti economici finanziari per ottenere il Microcredito

requisiti indispensabili per accedere al microcredito riguardano il possesso di determinati parametri da calcolare nell’arco dei tre esercizi antecedenti la richiesta di finanziamento. Per cui, se l’attivo patrimoniale non supera i 300.000 euro, se i ricavi non superano i 200.000 euro e se il livello di indebitamento non va oltre i 100.000 euro, allora puoi proporti senza alcun tipo di problema.

Microcredito: Investimenti ammissibili

Un microcredito a regola d’arte consente le seguenti tipologie di investimento: acquisto di beni, materie prime o servizi connessi all’attività; ripristino del capitale circolante; specifiche operazioni di liquidità; il pagamento delle retribuzioni dei nuovi dipendenti; i costi da sostenere per la formazione aziendale.

Caratteristiche del finanziamento Microcredito

Le banche che possono erogare un microcredito devono rispettare delle caratteristiche precise. Innanzitutto, può avere una durata massima di 7 anni e non può essere assistito da garanzie reali.

Inoltre, il limite di 40.000 euro può essere superato aggiungendoci 10.000 euro; a patto, però, che l’erogazione che hai richiesto sia frazionata presupponendo la puntualità dei versamenti al pagamento delle sei rate pregresse e il raggiungimento di determinati risultati intermedi previsti dal contratto.

Banche convenzionate per il Microcredito

Le banche italiane convenzionate per il microcredito seguono una distribuzione regionale abbastanza eterogenea che, però, può tornarti utile in qualunque momento a seconda delle circostanze.

Una delle più importanti è sicuramente Banca Etica, che attraverso il Fondo di Garanzia PMI sostiene l’avvio e lo sviluppo delle microimprese e dei professionisti nell’accesso alle fonti finanziarie, mediante una garanzia pubblica.

Stesso dicasi per BNL e Microcredito Centrale, leader del settore e dotate di una serie di benefit a dir poco eccezionali.

Microcredito del fondo di garanzia

Innanzitutto, i soggetti beneficiari del microcredito del fondo di garanzia devono rispettare i requisiti elencati poc’anzi.

In aggiunta a ciò, i soggetti che erogano una prestazione relativa al microcredito sono tenuti a prestare servizi di assistenza e di monitoraggio in fase di istruttoria e di rimborso. Grazie a questa tipologia di interventi, puoi contare su un appoggio efficace per la formazione sulle tecnologie avanzate o sulle tecniche di amministrazione; oppure, per avere delle indicazioni utili in fase di definizione della strategia di sviluppo, imprescindibile per una crescita degna di tale nome.

Per presentare la domanda ed ottenere la garanzia in modo semplice e intuitivo, basta seguire la procedura telematica del sito ufficiale dei Fondi di Garanzia. Inserendo il tuo nome, il codice fiscale e l’indirizzo e-mail, ti registrerai al portale e potrai prenotarti in tal senso indicando, successivamente, ragione sociale, forma giuridica, posta elettronica certificata, importo dell’operazione,codice fiscale e e-mail. Dopodiché, la procedura online in questione emette una ricevuta che puoi tranquillamente stampare e conservare.

La prenotazione è valida per 5 giorni, per cui in questo lasso di tempo devi trovare un soggetto disposto a concedere il finanziamento desiderato. Una volta individuato, hai 60 giorni di tempo per presentare la richiesta di ammissione alla garanzia da parte di un soggetto abilitato.

La concessione di una garanzia pubblica è un vantaggio di assoluto spessore. D’altro canto, il Fondo promotore interviene senza la valutazione economico-finanziaria del beneficiario finale.

In poche parole, puoi anche evitare di presentare documenti contabili, business plan o molto altro ancora poiché non condizionerà affatto l’esito della concessione. In più, il Fondo interviene fino all’80% dell’ammontare del finanziamento concesso; a ciò devi poi aggiungere la gratuità della concessione trattata sino da ora, visto e considerato che il Fondo non pretenderà alcuna commissione. I

nsomma, un’occasione allettante per rivoluzionare il proprio business.

Ente Nazionale per il Microcredito

L’Ente Nazionale per il Microcredito ha una mission ben precisa, ossia favorire l’accesso al credito sia alle imprese che a quelle persone appartenenti a delle categorie sociali svantaggiate. A ciò, poi, si abbina una vision puramente etica, una peculiarità da non sottovalutare affinché le tue richieste trovino, sempre e comunque, un riscontro equilibrato ed attento al dettaglio.

L’ente, quindi, sostiene un concetto di welfare moderno e all’avanguardia in cui si mescolano le finalità sociali e le basi della finanza per dare voce ad un connubio costruttivo e a dir poco performante.

D’altro canto, basta vedere i risultati ottenuti dall’ente in questione per rafforzare la pubblica amministrazione e iniziative imprenditoriali private. A cominciare dal Capacity Building per rafforzare attività di partenariato e molto altro ancora all’interno del settore pubblico, un’area cruciale per l’andamento del paese. I

MICRO-WORK, invece, segue il filone del network occupazionale per dare nuove opportunità professionali soprattutto a chi ne ha disperato bisogno. Mentre il microcredito per l’area turistica può essere utile soprattutto sei hai un complesso ricettivo; grazie, infatti, all’impegno di stakeholders qualificati, potresti giungere a delle somme capaci di rimodulare la tua attività proiettandola verso vette di eccellenza semplicemente eccezionali.

Quindi, si tratta di una prospettiva intrigante da cogliere immediatamente senza alcun tipo di ripensamento.

Unicredit, Microcredito con Garanzia FEI

Una delle tipologie di finanziamento agevolato offerte da Unicredit riguarda il microcredito dedicato alle micro imprese, per avviare e sostenere le attività imprenditoriali.

Nello specifico, questa forma di erogazione economica è un mutuo chirografario nato grazie all’accordo con il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e al programma EaSi.

Mediante ciò, tu che sei un micro imprenditore puoi beneficiare non solo di una determinata liquidità ma potrai anche avvalerti di competenze e reti di relazioni fondamentali per lo sviluppo concreto della tua attività.

Per quanto riguarda l’importo ottenibile, si va da un minimo di 2.000 euro a un massimo di 50.000 euro, mentre la durata va dai 2 ai 6 anni.

Al fine di non lasciare nulla al caso, Unicredit ti segue con un supporto preliminare per la redazione del tuo business plan. Grazie, infatti, ad una rete di partner convenzionati con l’istituto di credito in oggetto, potrai elaborare la tua idea di business includendo parametri e aspetti al passo coi tempi.

Oppure, puoi usare la piattaforma dedicata fornita dalla società Qredits Microfinanciering Nederland che ti accompagnerà passo dopo passo nella compilazione e definizione del tuo business plan.

La registrazione al portale è gratuita e puoi farla in qualunque momento.

BPER, Microcredito PMI

Un’altra realtà finanziaria su cui puoi puntare senza alcuna riserva è BPER Banca. Difatti, attraverso un accordo con l’Ente Nazionale per il Microcredito, la microimpresa può entrare in contatto con una serie di vantaggi e servizi davvero allettanti.

Inoltre, questo microcredito vanta delle peculiarità semplicemente invitanti che ne accrescono ulteriormente lo spessore qualificandolo come uno dei migliori del mercato.

La durata varia a seconda delle esigenze dai 3 ai 5 anni; l’importo massimo finanziabile è di 25.000 euro (ma per alcune situazioni particolari può arrivare anche a 35.000); infine, la garanzia della tempestività del finanziamenti richiesto è certificata dalla solidità dell’istituto in questione.

Va detto che questo microcredito targato BPER Banca ha, come finalità principale, l’acquisizione di beni e servizi connessi all’attività – inclusi quei costi per formazione e retribuzioni nuovi dipendenti o soci lavoratori. A ciò, poi, si affianca un servizio di tutoraggio che comprende, tra i vari dettagli, la verifica e la costruzione di un business plan, l’analisi del mercato di riferimento, l’accompagnamento post erogazione. Insomma, a conti fatti hai a che fare con un prodotto finanziario di valore assoluto in grado di darti tutte quelle certezze concrete che cerchi da tempo per implementare lo sviluppo della tua attività.

Fondo Microcredito Gruppo 5 Stelle

Il Fondo Microcredito del Gruppo 5 Stelle Regione Lazio fornisce un aiuto sostanzioso a piccole realtà imprenditoriali e famiglie che non riescono ad affrontare spese mediche importanti tese a curare i propri figli da patologie gravi. In questo modo, ti viene data una mano per ogni genere di esigenza affinché tu possa vivere con serenità sia il presente che il futuro immediato. Questa sezione speciale è stata costituita nell’ambito del Fondo Regionale per il Microcredito e la Microfinanza in attuazione della Determinazione n. G15633 del 22 dicembre 2016, modificata con la Determinazione n. G14800 del 31 ottobre 2017.

La linea di intervento appena descritta prevede due linee guida. La prima consiste nell’erogazione di un finanziamento, con la forma tecnica di mutui chirografari, con importo compreso tra 5.000 25.000 euro, da restituire al tasso di interesse dell’1%. La durata in tal senso è variabile e il rimborso si modula mediante rate costanti posticipate con cadenza mensile.

Per quanto riguarda, invece, la seconda linea di intervento, i finanziamenti hanno la forma tecnica di prestiti personali di importo compreso tra 1.000 e 10.000 euro, a tasso zero, con una durata variabile e rimborso in rate costanti posticipate, mensili. In entrambi i casi, il finanziamento copre il 100% delle spese previste.

PerMicro

PerMicro si pone come un punto di riferimento autorevole per chi non riesce ad accedere al credito tradizionale a causa di mancanza di garanzie reali oppure per insufficiente storico creditizio. In questo modo, si offre a soggetti deboli e a rischio di emarginazione una valida opportunità di inclusione finanziaria e sociale.

D’altro canto, la mission di questa realtà finanziaria è molto chiara: evitare discriminazioni di ogni sorta per garantire a tutti, indistintamente, le medesime opportunità di crescita. Una visione condivisibile che ti dà la piena di certezza di avere a che fare con una società etica, equilibrata ed attenta ad ogni minimo dettaglio.

Per le imprese, PerMicro dà tutto il supporto possibile a patto che i richiedenti abbiano capacità tecniche ed imprenditoriali e siano propensi verso una buona idea di fare impresa. A tal proposito, la realtà in questione fornisce un accompagnamento durante la stesura del business plan e dona pieno sostegno durante la fase di start up.

Se, invece, si tratta di un nucleo familiare, PerMicro eroga fino a 15.000 euro per sostenere le tue spese familiari come ad esempio: pagare cure mediche, ristrutturare casa, traslocare, cambiare auto, frequentare un corso di formazione, oppure mandare a scuola i tuoi figli.

Microcredito di Solidarietà

Un altro istituto da tenere d’occhio è Microcredito di Solidarietà. Nata nel 2006, questa realtà va incontro alle richieste di sostegno finanziario provenienti da alcune fasce di soggetti deboli, che trovano difficoltà ad accedere ai canali ordinari del credito bancario. Pur avendo una finalità prettamente sociale, Microcredito non si propone né effettua beneficenza a fondo perduto.

La società basa prevalentemente l’analisi del merito creditizio più sul profilo etico del richiedente (infatti oltre alla domanda di finanziamento è richiesto di sottoscrivere anche un patto etico) che patrimoniali e reddituali. Insomma, un discorso a tutto tondo di cui tener conto al fine di ottenere il sostegno desiderato per soddisfare le tue esigenze primarie.

Va detto che sono a carico del beneficiario tutte le imposte e tasse afferenti il finanziamento. Ogni onere e spesa relativi all’istruttoria della pratica, alla formalizzazione dell’operazione, all’invio del rendiconto annuale, sono ad esclusivo carico di Microcredito.

Per la formalizzazione di eventuali garanzie e per ulteriori particolari richieste ( ad esempio duplicati, certificazioni, ecc.) gli oneri sono a carico del beneficiario in misura da concordare preventivamente caso per caso; sono a totale carico del beneficiario tutte le spese, anche legali, sostenute da Microcredito per inadempimenti del Beneficiario medesimo ed a seguito della intervenuta risoluzione o decadenza dal beneficio del termine.

Microcredito, conclusioni e vantaggi

Dopo questa lunga carrellata di dettagli, puoi constatare che il microcredito ha enormi vantaggi per il soddisfacimento delle tue priorità. In aggiunta a ciò, sapere di poter contare su un’assistenza a 360 gradi ti dà maggiore serenità per portare avanti ogni genere di discorso, economico e non.

Quindi, se rientri in una delle categorie appena descritte e hai bisogno di una mano, approfittane e dai una svolta al tuo domani.