Home / Guide Prestiti e Finanziamenti / Che rata posso permettermi?

Che rata posso permettermi?

Quando si cerca un prestito o un mutuo, la domanda più frequente è che rata posso permettermi? Andiamo a scoprire in questo articolo quanto si può impegnare in un finanziamento e quale percentuale di stipendio può essere destinata alla rata.

Che rata posso permettermi? Quanto impegnare in un finanziamento?

In genere, una banca o una società finanziaria valutano la fattibilità di un prestito o di un mutuo a seconda del rapporto tra rata ipotizzata e stipendio del richiedente.

Di solito la percentuale di stipendio che può essere destinata alla rata va dal 20% al 35%.

  • la rata di un prestito personale non dovrebbe superare il 20% dello stipendio mensile (come nel caso della cessione del quinto);
  • la rata di un mutuo casa non dovrebbe superare il 30/35% dello stipendio mensile

La sostenibilità di una rata è un parametro fondamentale per la banca per valutare se concedere un prestito o un mutuo, e di che importo.

Rata sostenibile per prestito e mutuo, la formula

La formula che le banche applicano per calcolare la sostenibilità di una rata è la seguente:

Rata = (reddito annuo – reddito annuo già impegnato in altri finanziamenti) : (3 x numero di rate annuali)

Facendo un esempio con:

  • richiesta di un finanziamento di 12 mensilità (come nel caso dei prestiti personali);
  • stipendio da 1.500€ al mese;
  • finanziamento già in corso per 200 €.

Rata = ((1.500 x 12) – (200 x 12)) : (3 x 12) = 15.600 / 36 = 433 € al mese

Partendo da questo dato, la banca calcola l’importo massimo del prestito o del mutuo che può concedere.

Quanto posso chiedere di mutuo con 1300 euro?

Con 1.300 euro al mese puoi chiedere da 130.000 a 150.000 € di mutuo circa (ma chiedi sempre un preventivo presso una banca).

La rata mensile che potresti pagare (secondo la formula vista sopra e ipotizzando che non hai nessun altro prestito in corso) è di 430€ al mese circa.

Considerando un mutuo di 30 anni ottieni un totale di 154.800 €, che tuttavia include sia la quota capitale (cioè i soldi che effettivamente prendi in prestito) che la quota interessi, per cui il mutuo che puoi ottenere è inferiore rispetto al totale di questo calcolo.

Quanto mutuo con 1.200 euro al mese?

Con 1.200 € al mese (secondo i calcoli fatti anche qui sopra) ottieni una rata di 400€ al mese ed un totale di 144.000 euro (quota capitale + quota interessi).

Dunque il mutuo potrebbe variare da 120.000 a 135.000 circa (anche in questo caso chiedi sempre un preventivo).

Quanto deve essere una busta paga per un prestito o un mutuo?

Non c’è un importo massimo o minimo: in genere dalla busta paga viene calcolato l’importo massimo che si può ottenere e, se corrisponde alle proprie necessità, il finanziamento viene considerato fattibile.

Per avere un’altra idea, usa anche il nostro strumento di calcolo rata prestito.

Che rata posso permettermi, in conclusione?

Come abbiamo visto, dall’importo dello stipendio mensile dipende l’importo che puoi avere come prestito o come mutuo casa, e da qui puoi capire se puoi permetterti una casa o di acquistare un altro bene o servizio a rate.

Il modo per aumentare le possibilità di ottenere un prestito se si ha uno stipendio basso è quello di avere un garante, che si impegna a rimborsare il mutuo se il primo debitore (cioè l’intestatario del prestito) non paga, dunque una garanzia in più per la banca che potrebbe essere disposta a concedere più soldi (anche se nella maggior parte dei casi il conteggio viene fatto sempre sullo stipendio del primo debitore).