BNT Banca

Quando si ha bisogno di liquidità che al momento non si possiede, tra le soluzioni che possono correre in aiuto troviamo il finanziamento. Scegliere però l’istituto bancario o creditizio che faccia al proprio caso non è mai facile essendo tanti i fattori da valutare, le alternative sono veramente tante e oggi parliamo della BNT Banca in questa recensione con opinioni del 2022.

Sicuramente il tasso d’interesse è il primo elemento da considerare, oltre alle tempistiche entro cui ricevere il prestito e alle rate per la restituzione.

Inoltre i requisiti che le banche richiedono prima di concedere un prestito possono variare, ed essere più o meno flessibili, soprattutto con riferimento all’età.

BNT Banca (BancaNazionale della Terra): Recensione ed Opinioni 2022

Tra le banche che concedono prestiti alle migliori condizioni possiamo citare BNT Banca (BancaNazionale della Terra), nata nel 2004 e inizialmente specializzata nell’erogazione del credito nel settore agroindustriale.

La BNT Banca è una delle migliori banche per la cessione del quinto, oggi la BNT Banca è inclusa nel Gruppo bancario Banca Popolare di Sondrio e si rivolge non solo alle imprese ma anche a privati e famiglie proponendo finanziamenti di varie tipologie a lungo e medio termine.

Prestiti di BNT

Tra le tipologie di prestito BNT Banca propone la Cessione del quinto per i dipendenti statali, pubblici e privati, e per i pensionati.

Prestiti BNT per lavoratori dipendenti

Quanto ai lavoratori dipendenti, il tasso è fisso, le rate vengono addebitate ogni mese direttamente in busta paga e ciascuna rata non deve superare la quinta parte dello stipendio netto mensile.

Il requisito principale per poter richiedere questa forma di finanziamento è il contratto di lavoro a tempo indeterminato (anche per un neoassunto che abbia superato il periodo di prova) oppure anche a tempo determinato purché la dilazione della restituzione del prestito si concluda in concomitanza con la chiusura del contratto o in una data antecedente, e deve essere pari almeno a 36 mesi.

Prestiti BNT per lavoratori pensionati

Quanto invece ai pensionati, anche in questo caso il tasso è fisso e le rate vengono addebitate mensilmente sul cedolino della pensione, purché ogni rata non ecceda la quinta parte della pensione netta mensile.

Tra i requisiti richiesti per poter beneficiare del prestito in questione il soggetto deve godere di buona salute ed essere titolare di qualunque pensione (anche di reversibilità) ad eccezione, di pensione o assegno sociale, pensione di invalidità e assegno a sostegno del reddito.

Vantaggi rispetto ad un prestito personale

La cessione di quinto è uno dei finanziamenti più richiesti visti i vantaggi che offre rispetto ad un solito prestito personale, che BNT concede senza l’obbligatorietà dell’apertura di un conto corrente.

Rata

Intanto usufruire della cessione di quinto permette di non vedersi addebitare una rata proporzionata all’importo richiesto e alla durata della dilazione come avviene quando si chiede un prestito personale, cosa che potrebbe comportare una cifra mensile anche elevata.

Con la cessione di quinto, come abbiamo detto, la rata non eccede la quinta parte della pensione o dello stipendio a prescindere sia dalla consistenza del prestito che dalla durata delle rate.

Importo massimo richiedibile

Un altro aspetto di non poco conto a favore di questa tipologia di finanziamento è l’importo massimo richiedibile:

  •  fino a 75000 euro con la cessione di quinto;
  • fino a 50000 euro con un qualsiasi prestito personale.

Età massima

Ed infine l’età massima entro cui poter richiedere la cessione di quinto deve raggiungere il limite degli 85 anni, da intendersi a completamento del piano di ammortamento.