domenica, 11 Agosto, 2019
Home / Migliore Banca Italiana 2019: la Classifica / Credito Valtellinese Creval: Opinioni 2019 su Prestiti e Conto Corrente

Credito Valtellinese Creval: Opinioni 2019 su Prestiti e Conto Corrente

Creval, o Credito Valtellinese, è una delle banche che rientrano nella lista delle migliori banche italiane.

Preventivo gratis in 1 minuto di Cessione del Quinto:

Continua a leggere per conoscere le opinioni Creval e capire se, per le tue necessità, questa banca può essere una buona scelta.

Credito Valtellinese, è sicura?

Come al solito quando si parla di una banca, bisogna capire se è sicura ed affidabile.

Creval è iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio, all’Albo delle Banche ed è la capogruppo del “Gruppo bancario Credito Valtellinese”.

Inoltre, aderisce al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e al Fondo Nazionale di Garanzia, il che significa che c’è una buona protezione sui depositi monetari che si fanno in questa banca.

Oggi conta 264 filiali divise in nord e centro Italia, in maniera particolare in Lombardia e in Piemonte, fino alle Marche e al Lazio.

Dal 1994 Creval è quotata sul MTA della Borsa Italiana, e oggi conta circa 150.000 azionisti.

Conti Correnti Creval

Ad oggi sono due le opzioni che Creval propone ai suoi clienti come conti correnti: Conto Armonia 2.0 e Conto Base.

Conto Armonia 2.0

Si tratta di un conto pensato per chi cerca una gestione online del proprio denaro, in completa sicurezza.

A sua volta, questo conto corrente si suddivide in:

  • Conto Armonia 2.0 Leggero, per un canone mensile di 5 euro e la possibilità di fare bonifici anche allo sportello, ricevere bonifici, avere un carnet di assegni, un bancomat ed una ricaricabile, oltre che accedere ad un fido a tassi agevolati;
  • Conto Armonia 2.0 Argento, che prevede un canone di 10 euro al mese e permette di avere anche il deposito titoli (per gli investitori) ed uno sconto del 25% sulle cassette di sicurezza.

Conto di Base

Il Conto di Base è destinato a tutti coloro che hanno esigenze di base (ad esempio è un conto che non ha fido, quindi non può andare a debito, non ha diritto al libretto degli assegni né a prestiti o altri finanziamenti che siano riservati ai clienti della Banca).

Il canone mensile è gratuito per:

  • chi ha un reddito ISEE inferiore a 8.000 euro;
  • pensionati che accreditano fino a 18.000 euro all’anno (1.500 € al mese)

Mutui e Finanziamenti

Dal punto di vista dei mutui e dei finanziamenti, Credito Valtellinese prevede sei diverse tipologie di mutuo, a seconda di quello di cui si ha bisogno:

  • Mutuo a tasso variabile “Casa Facile”;
  • Mutuo a tasso fisso “Casa Facile”;
  • Mutuo rata fissa e tasso variabile “Flessibile”;
  • Mutuo costruzione o ristrutturazione “Lavori in Corso”;
  • Mutuo cambio tasso “Doppia Scelta” (permette di cambiare tra tasso fisso e variabile ogni 2 anni);
  • Mutuo a gestione libera del rimborso “Libero”.

Come possiamo vedere, ci sono diverse opzioni che possono andare incontro alle necessità di diverse tipologie di clientela.

Investimenti e Depositi

Per chi ha un po’ di denaro da parte e vuole farlo fruttare, Creval propone anche tutta una serie di soluzioni di investimenti e deposito, dalla gestione patrimoniale fino agli investimenti in fondi comuni, dalle obbligazioni fino ai conti di deposito di risparmio dedicati ai più giovani.

Anche da questo punto di vista, le opzioni sono diverse e sicuramente vale la pena dare un’occhiata, soprattutto se si è già clienti Creval.

Creval Opinioni 2019, conviene?

In conclusione, diciamo che Creval (Credito Valtellinese) è una banca che propone tutta una serie di opzioni per chi ha bisogno di un conto corrente classico, o di un finanziamento.

Essendo un istituto di credito storico, le opzioni finanziarie proposte sono particolarmente classiche ma tendono al virtuale (la gestione online del conto, ad esempio), per cui Creval può essere una buona scelta per chi cerca una via di mezzo tra classico e moderno.

Non è certamente una banca del fintech, ma non per questo le opzioni che mette a disposizione di clienti attuali e di nuova clientela sono meno interessanti.

Certo, c’è da considerare ad esempio che il conto corrente ha un costo annuo di 60 o 120 euro (a seconda delle opzioni), al cui interno sono incluse funzionalità che le banche del fintech non hanno (come il libretto degli assegni o il fido, ad esempio).

Diciamo che le opinioni in rete e sui forum sono positive, per capire se Creval conviene e fa al caso proprio, bisogna valutare quello di cui si ha bisogno e quello che si cerca in un istituto di credito, e poi decidere di conseguenza.

Procedura Online
Servizio di Assistenza
Brand Affidabile
Media

Check Also

Prestiti Banca Carige Creditis: Opinioni

Prestiti Banca Carige Creditis: Opinioni 2019

Focus sui prestiti offerti da Banca Carige per il 2019. Vediamo le caratteristiche principali, i tassi e e spese, per avere un quadro chiaro e scegliere il prestito più indicato in base alla propria necessità.