domenica, 18 Aprile, 2021
Home / Prestito Salute e Spese Mediche / Prestiti per Pagare il Dentista a Rate

Prestiti per Pagare il Dentista a Rate

Sapevi che c’è un modo di pagare il dentista a rate, anche senza finanziamento?

Sappiamo che il costo di un intervento dal dentista può essere anche molto alto, e probabilmente questa è una delle spese più alte che ci possano essere dal punto di vista salutistico, ma al tempo stesso è fondamentale per stare bene.

Quando si parla di salute, il costo alto non giustifica il trascurare una problematica, soprattutto se si può dividere il costo del dentista in rate mensili.

Continua a leggere per scoprire come fare e quali possibilità puoi avere.

Quanto costa il dentista?

Quando si ha bisogno di un dentista, si hanno due scelte:

  • la prima è quella di optare per il dentista pubblico dell’ASL, che ha un costo decisamente più abbordabile ma presenta lo svantaggio di tempi di attesa particolarmente lunghi e, a detta di alcuni, di un servizio non eccellente in termini di qualità;
  • la seconda è quella di optare per uno studio dentistico privato, che ha invece un costo molto alto soprattutto per alcune tipologie di lavori, ma presenta il vantaggio di tempistiche di attesa molto ridotte e di un servizio ottimale per quanto riguarda la qualità del lavoro.

Le spese dentistiche variano a seconda del tipo di lavoro che bisogna fare: si va da una spesa attorno a 50 € per una semplice carie fino a costi che variano da 1.000 a 2.500 € per un’arcata, oltre che una spesa di diverse migliaia di euro se bisogna rimettere uno o più denti, e così via.

Una via di uscita è il dentista “low cost”, sia in Italia ma soprattutto all’estero. Tanti italiani vanno nei paesi dell’est, come la Croazia, per ricevere delle cure a costi molto più abbordabili.

Il costo del dentista all’estero

Basti pensare che un’estrazione, che in Italia può arrivare a costare anche fino a 150 €, nel paese croato costa meno di 100 € , scendendo addirittura a meno di 50 € in Slovenia e paesi limitrofi.

Cessione del quinto fino a 60.000 € »

Il viaggio all’estero, in un paese dell’est, è fatto da sempre più italiani, tanto che si è giunti a parlare di “turismo odontoiatrico“, ovvero quel tipo di viaggio che è fatto esclusivamente per fare una visita al dentista. Il maggior costo legato al viaggio (che tuttavia con i voli low cost e con soluzioni di alloggi low cost come quelle previste da AirBnb, ad esempio) è ampiamente pareggiato dalla minor spesa per il professionista.

Si può pagare il dentista a rate?

Ci sono diverse soluzioni ed opportunità per pagare il dentista a rate mensili, e non tutte necessitano di un finanziamento (che rimane tuttavia la principale modalità di dilazione di un pagamento).

Prestiti per pagare le cure odontoiatriche

Se non si vuole viaggiare all’estero per fare dei lavori dentistici, magari perché si ha paura della poca qualità del lavoro (timore che, in alcuni casi, è del tutto infondato) e si preferisce optare per un professionista italiano, per “sopportare” la spesa, se è molto alta, si potrebbe pensare di ricorrere ad un prestito per pagare le spese del dentista, più specificatamente note come “cure odontoiatriche”.

Sono tante le banche e le società finanziarie che lo propongono, come ad esempio:

Di prestiti per stare bene, ne abbiamo parlato anche nel nostro testo sui prestiti benessere e spese mediche, che tra l’altro sono in un trend crescente, segno della sempre maggior crisi in cui è stretto il nostro paese, evidenziato proprio dalla necessità di ricorrere ai finanziamenti anche per le spese mediche.

Possono fare domanda di prestiti per il dentista tutti i lavoratori dipendenti e i pensionati che hanno uno stipendio o una pensione con cui poter garantire il rimborso del finanziamento, oltre che gli autonomi che, invece, portano come garanzia la dichiarazione dei redditi.

Considerando che le somme che di solito si richiedono per questa finalità non superano quasi mai i 3.000 / 5.000 euro, spesso possono farne domanda senza difficoltà anche cattivi pagatori e protestati.

Sono di solito impossibilitati a fare domanda di credito, invece, coloro che sono senza lavoro o le casalinghe, ad esempio, che non hanno un reddito dimostrabile.

Pagare il dentista a rate senza finanziamento

Una delle alternative per dividere il costo dell’intervento del dentista in più rate, ma senza ricorrere ad un prestito, è Pagodil di Cofidis. Si tratta effettivamente di un modo efficace per suddividere una spesa importante in più mesi, senza interessi e senza fare domanda di prestito.

Pagodil è disponibile solo nei negozi e negli esercizi commerciali che sono convenzionti con Cofidis.

Se tuttavia il tuo dentista non è convenzionato, allora l’unica alternativa di pagare a rate rimane il finanziamento.

Prestiti per il dentista, le conclusioni

In conclusione, sono sempre di più le persone che richiedono prestiti per pagare il dentista, in virtù del fatto che è spesso difficile pagare in contanti somme ingenti per far fronte alle spese per i lavori odontoiatrici più grandi.

Trovare il giusto prestito è fondamentale, per questo motivo è importante chiedere e confrontare quanti più preventivi possibile.