Finanziamento con Contratto di Apprendistato, si può Richiedere?

Il contratto di apprendistato permette di fare domanda di prestiti e finanziamenti? Approfondiamo questo concetto e cerchiamo di capire le possibilità che si hanno.
Ads

Con un contratto di apprendistato posso richiedere un finanziamento? La risposta breve è che anche se si ha un contratto di apprendistato, si può richiedere un finanziamento nel 2024. Una delle società finanziarie dove poter richiedere questi finanziamenti è Younited Credit (vedi sito ufficiale).

Per una risposta più completa, continua invece a leggere questo articolo per capire le tipologie di finanziamenti che si possono ottenere con un contratto di lavoro di apprendistato, una tipologia di contratto di lavoro che viene firmata spesso dai giovani che si stanno avvicinando al mondo del lavoro.

Se dunque hai un contratto di apprendistato e sei alla ricerca di un finanziamento che possa aiutarti a risolvere una particolare situazione economica, sei giovane e vuoi ricorrere al tuo primo prestito personale, ecco che devi sapere se un prestito con il contratto di apprendistato si può ottenere.

In questo articolo cercheremo di capire tutte le possibilità e le opportunità che i lavoratori dipendenti con contratto da apprendista hanno per poter ottenere un prestito e se esso sia facilmente ottenibile, o meno.

Migliori prestiti per chi non ha un contratto a tempo indeterminato

Intesa Sanpaolo XME Prestito Facile

TAEG
9.65%
Rata: 157.00€
Durata Esempio: 84 mesi (da 36 mesi a 120 mesi)
Importi: Da 2.000 € a 75.000 €
Dati sito ufficiale aggiornati il 20 novembre 2023
TAEG
10.69%
Rata: 166.00€
Durata Esempio: 84 mesi (da 3 mesi a 36 mesi)
Importi: Da 500 € a 3.000 €
Dati sito ufficiale aggiornati il 1 gennaio 2024

Prestiti con un contratto di apprendistato, ecco come si possono richiedere

La prima domanda cui dare una risposta è se i dipendenti con contratto di apprendistato possono ottenere un prestito.

La prima cosa da dire è che l’apprendista non è, in realtà, un lavoratore dipendente. Per questo motivo, non essendo configurabile, verrebbero a mancare tutte le basi fondamentali per riuscire ad ottenere un prestito (ovvero, un contratto di lavoro in senso stretto, diciamo).

Oltre a questo, il contratto da è praticamente a tempo determinato, perché non si sa se, alla fine del periodo di apprendimento (o di prova, se preferiamo), la persona verrà assunta o meno.

Come possiamo vedere, dunque, viene meno una delle prime qualità necessarie per un contratto di lavoro per poter fare domanda di prestiti sicuri: la durata a tempo indeterminato.

A questo possiamo aggiungere che spesso i contratti di apprendistato sono sottoscritti dai giovani che sono alla ricerca di un lavoro e che, per questo motivo, hanno una giovane età e possono non essere conosciuti dalle finanziarie e dalle banche. Questo limita le possibilità di ottenere un finanziamento, soprattutto se non si ha un contratto di lavoro “solido”.

Tenendo a mente questi due punti, possiamo concludere che sia realmente difficile avere un prestito personale per apprendisti, anche se ci sono delle possibili alternative.

Consigli per ottenere un prestito personale per apprendisti

Abbiamo capito che non è semplice riuscire ad ottenere un finanziamento personale se si è in apprendistato. Nonostante questo, si può comunque provare, tenendo presente quanto segue:

  • è consigliato limitare al massimo la somma che si chiede in prestito, in quanto per i piccoli prestiti le finanziarie e le banche sono meglio disposte a concedere prestiti;
  • è suggerito avere una garanzia extra, come ad esempio un fidejussore, che possa impegnarsi a rimborsare le rate se il debitore principale non dovesse farlo (questa rimane tuttavia una garanzia accessoria, quella principale è sempre il posto di lavoro);
  • è fondamentale non essere né un cattivo pagatore, né un protestato.

Prestito per apprendisti senza garante né garanzie, le alternative

Un apprendista che cerca un prestito personale ma non ha un garante, tantomeno alcun’altra garanzia, potrebbe trovare difficoltà nel riuscire ad ottenere un finanziamento.

Per queste persone, un’alternativa potrebbe essere quella di fare domanda per un prestito PostePay SpecialCash, che è ovviamente soggetto a tutti i controlli del caso, ma che potrebbe essere chiesto più facilmente, in maniera particolare se si è da tanto tempo clienti di Poste Italiane.

Altra soluzione potrebbe essere quella di rivolgersi ai prestiti tra privati, che tuttavia sono comunque soggetti a controlli e limitazioni (non dobbiamo dimenticare che le società finanziarie come Smartika, Prestiamoci e Soisy sono dei veri e propri intermediari finanziaria autorizzati dalla Banca d’Italia) e dunque potrebbero essere difficili da avere.

Ad onor del vero, questi prestiti danno la possibilità, al prestatore (cioè colui che presta denaro attraverso il circuito) di scegliere il grado di rischio del ricevente. Avere un contratto di apprendistato equivale, nella maggior parte dei casi, ad avere un profilo di rischio più alto, ma comunque se si riuscirà a trovare un prestatore che ha optato per dare i suoi soldi a persone con un profilo di rischio maggiore (questo garantisce una remunerazione maggiore) ecco che la domanda e l’offerta si possono incontrare.

Oltre a queste due, non ci sono tante altre alternative, perché da sempre il mondo dei prestiti e dei finanziamenti tende a dare sempre maggiore spazio a tutti coloro che hanno un posto di lavoro fisso o sono in pensione, in quanto per le banche e le finanziarie ciò equivale a prestare denaro con maggior sicurezza.

Articoli Correlati a Finanziamento con Contratto di Apprendistato, si può Richiedere?

Una delle condizioni contrattuali che si possono avere in Italia è quella dei contratti di lavoro...
Continua a leggere
Quando dei lavoratori richiedono un prestito presso delle banche o istituti di credito non è...
Continua a leggere
COLF e Badanti, o collaboratrici domestiche, rientrano, per ovvi motivi, all'interno dei contratti...
Continua a leggere

Leave a Reply