Home / Prestiti Dipendenti Pubblici e Statali / Prestiti per dipendenti da Poste Italiane

Prestiti per dipendenti da Poste Italiane

I prestiti per dipendenti da Poste Italiane sono una tipologia di finanziamento che può essere richiesta in ogni ufficio postale italiano (dietro appuntamento) ed è pensata per tutti i lavoratori dipendenti pubblici e statali.

Fino a 50.000 euro da rimborsare entro 120 mesi con la modalità della cessione del quinto, sono le caratteristiche principali di questo finanziamento.

Prestiti per dipendenti da Poste Italiane

Il prestito per lavoratori dipendenti di Poste Italiane è chiamato “Quinto BancoPosta Dipendenti Pubblici” e può essere chiesto da tutti i lavoratori del settore pubblico, come:

Questa tipologia di prestito per dipendenti pubblici e statali presenta la seguenti caratteristiche:

  • fino a 50.000 euro;
  • possibilità di rimborso fino a 120 mesi;
  • è un prestito non finalizzato, nel senso che non bisogna dare nessuna motivazione sul perché lo si voglia richiedere;

Inoltre, non presenta spese aggiuntive (è dunque un prestito a zero spese) e può essere richiesto anche senza avere un conto corrente postale BancoPosta.

Doppio quinto

Se hai bisogno di più denaro di quello che potresti ottenere con una classica cessione del quinto, il prestito a dipendenti delle Poste può essere richiesto anche come prestito delega, o doppio quinto, un finanziamento che ti permette di avere fino al doppio del prestito.

Anche per cattivi pagatori e protestati

In genere, le cessioni del quinto possono essere richieste anche dai cattivi pagatori e dai protestati, perché la garanzia dello stipendio (soprattutto se da dipendente pubblico) è molto forte.

Come avere il prestito per dipendenti di Poste Italiane

Per prima cosa devi trovare l’ufficio postale più vicino a casa tua, e richiedere un appuntamento (la richiesta può essere fatta anche telefonicamente, o sul sito ufficiale delle Poste Italiane).

Cessione del quinto fino a 60.000 € »

Il giorno dell’appuntamento, dovrai presentarti con tutti i documenti che ti è stato detto di portare quando hai chiesto l’appuntamento.

Il documento più importante è il certificato di stipendio, che attesta la tua situazione lavorativa e permetterà al dipendente Postale di analizzare al meglio la tua situazione.

Una volta che la tua pratica sarà stata approvata, potrai ricevere solitamente un acconto sulla somma totale richiesta (chiedi al dipendente postale se è anche il tuo caso). Dopodiché, entro alcuni giorni, riceverai l’accredito dell’intera somma.

Calcolo rata cessione quinto Poste Italiane

Ecco un esempio di calcolo rata cessione del quinto con Poste Italiane.

  • Importo richiesto: € 23.462,07
  • Numero di rate mensili: 120
  • Importo fisso rata periodica: € 250 al mese
  • Importo totale da rimborsare: € 30.000
  • Totale costo interessi: € 6.537,93
  • TAN fisso: 5,10%
  • TAEG: 5,23%

Ti ricordiamo sempre di confrontare i preventivi di prestiti con quelli di più società finanziarie, così da essere sicuro che stai scegliendo il più conveniente. Puoi provare a chiedere un preventivo di prestito con cessione del quinto anche a:

Prestito Postepay

Il prestito Postepay è un’alternativa alla classica cessione del quinto BancoPosta.

Puoi richiederlo se l’importo di cui hai bisogno è piccolo, ma per poterlo ottenere hai necessariamente bisogno di avere una PostePay Evolution intestata a te.

Prestiti a dipendenti pubblici e statali di Poste Italiane, conviene?

Sicuramente le Poste Italiane sono uno degli istituti di credito più famosi in Italia, e il suo prestito con cessione del quinto è particolarmente richiesto, ma nonostante questo potresti sempre provare a fare richiesta di preventivo senza impegno anche ad altre società di credito come Finanziati Ora, che propone fino a 75.000 (click per sito ufficiale), così da avere la certezza che stai veramente scegliendo. il miglior prestito per le tue necessità ed esigenze.