domenica, 22 ottobre, 2017
Home / Guide Utili / Fideiussione: guida a questa garanzia personale

Fideiussione: guida a questa garanzia personale

Quando capita di aver bisogno di un prestito e ci si rivolge alla banca per richiederlo, può succedere che questa, in caso di mancate o ridotte garanzie di restituzione, chieda una fideiussione. Questo metodo garantisce all’istituto che gli verrà restituita l’intera somma di denaro nel tempo prestabilito. Andiamo a scoprire nello specifico qual è il significato di fideiussione e come si suddivide.

Cos’è la fideiussione: le principali tipologie

La fideiussione, come abbiamo potuto capire da queste poche righe, è una forma di garanzia che viene, talvolta, richiesta dalle banche o istituti di credito quando abbiamo bisogno di un prestito. La figura del “fideiussore” viene riconosciuta in un garante, il quale può essere un amico o un familiare, che si offre di restituire l’intera somma prestata in caso di mancato pagamento da parte del contraente. Il fideiussore si prende, quindi, interamente carico del nostro debito e avere una simile garanzia rappresenta un requisito fondamentale in situazioni particolari (come in assenza di reddito o in caso di lavoro precario).

Fideiussione bancaria e fideiussione assicurativa

Esistono diverse tipologie di questa garanzia e, tra le principali, si identificano la fideiussione bancaria e la fideiussione assicurativa. Entrambe hanno molti elementi in comune, con l’unica differenza che in una le protagoniste sono le banche e nell’altra le assicurazioni. In pratica, con questi metodi alternativi, il garante ufficiale diventa la banca nel caso della fideiussione bancaria e la compagnia assicurativa nel caso della fideiussione assicurativa. Come prevedibile, risulta impossibile richiedere una simile garanzia senza alcune condizioni. In questi casi, i garanti fanno di tutto affinché il contraente saldi il suo debito, con una clausola di “contro fideiussione” e segnalando il debitore alla Centrale di Rischio, in modo che gli risulti difficile ottenere altri finanziamenti.

Fideiussione omnibus

Queste erano le principali categorie per questo tipo di garanzia, oltre alla classica in cui è la banca che fornisce il prestito e il contraente ritrova la figura del garante in un proprio amico o familiare. Una terza tipologia è la fideiussione omnibus, che fornisce alcune varianti, soprattutto con la presenza di due importanti clausole. Nella “Clausola a prima richiesta e senza eccezioni” il garante è obbligato a restituire il debito con la semplice richiesta scritta della banca e non può usufruire delle normali eccezioni. Nella “Clausola estensiva”, invece, il garante si impegna a saldare ogni debito che il creditore ottiene nei confronti di una banca. Inoltre, in base alla fideiussione omnibus, il debito viene trasmesso anche agli eredi. Insomma, si tratta di un metodo estremo per avere una garanzia imbattibile da parte del beneficiario.

Può anche succedere che il garante non risulti in grado di coprire tutti i nostri debiti e, in caso di mancato pagamento, proprio come per il contraente, anche a lui verrà assegnato il ruolo di cattivo pagatore. Una nota importante è che il fideiussore, una volta finito di saldare il debito, può richiedere l’intera somma al contraente stesso.

Check Also

Quando Conviene Estinguere Anticipatamente un Prestito e Quando No

Quando Conviene Estinguere Anticipatamente un Prestito e Quando No

Togliersi il debito può sembrare la cosa più giusta da fare, anche per liberarsi da pensieri e interessi, ma è sempre possibile? E, soprattutto, l'estinzione anticipata del prestito conviene sempre?