Home / Prestiti Cambializzati

Prestiti Cambializzati

Prima di poter chiedere dei prestiti cambializzati nel 2021 devi sapere cosa sono e come funzionano.

Vediamo quindi in questo articolo cosa sono i prestiti con le cambiali e come fare per trovare la migliore agenzia finanziaria che li concede.

Prestiti Cambializzati: chi li fa? Migliori finanziarie 2021

Di seguito una lista delle migliori finanziarie autorizzate ad operare in Italia che propongono finanziamenti con cambiali:

  • Younited Credit (sito ufficiale): sito di prestiti tra privati, possono farne richiesta i dipendenti ed i pensionati, permette di trovare finanziamenti diversi dalle solite banche e finanziarie;
  • Il Comparatore (sito ufficiale): per trovare il miglior prestito per le tue esigenze puoi usare il motore di ricerca Il Comparatore, gratuito;
  • Si Prestito, è un motore di ricerca che permette di trovare diverse soluzioni di finanziamento adatte alle proprie esigenze;
  • Confronta Prestito: possibilità di chiedere fino a 60.000 € senza impegno, in maniera veloce compilando un modulo online;
  • King Prestiti: con sede a Palermo permette a dipendenti e pensionati di poter accedere ad un prestito con cambiali. Sono accettati tutti i cattivi pagatori, non i protestati. Gli importi proposti vanno da 2.000 a 31.000 euro, la durata di rimborso va da 24 a 120 mesi;
  • Easymoney Brescia: soluzioni di finanziamento ideate, tra gli altri, anche per chi è stato segnalato come cattivo pagatore e ha bisogno di firmare delle cambiali per poter ottenere credito;
  • Master Finanziamenti Roma: altra agenzia che si concentra sul locale, Master Finanziamenti permette di avere da 2.000 a 8.000 euro da restituire entro 24 mesi;
  • KreditLife: consulente creditizio che propone anche soluzioni di prestito cambializzato per i dipendenti. L’erogazione può avvenire tramite assegno circolare o con bonifico sul conto corrente bancario

Prestiti cambializzati 2021: cosa sono

I prestiti cambializzati (noti anche come prestito cambiario o prestito con cambiali) sono dei finanziamenti che possono essere richiesti dietro la firma di cambiali a garanzia.

Ma vediamo cosa sono, come funzionano e di cosa c’è bisogno per poterli avere.

Garanzie

Solitamente per poter avere accesso ai prestiti con cambiali occorre fornire delle garanzie adeguate, tra cui:

  • per i liberi professionisti o gli autonomi, una polizza vita che sia stata stipulata da almeno 2 anni
  • per i dipendenti, il TFR (per maggiori informazioni leggi il nostro testo sui prestiti a dipendenti)
  • per i neoassunti, un garante del prestito (per maggiori informazioni leggi il testo sui prestiti a neoassunti)

A seconda della categoria di appartenenza, è importante avere la relativa condizione minima per accedere a questi finanziamenti cambializzati senza particolari difficoltà.

Consiglio: il garante aiuta sempre, per cui, anche se non si è neoassunti, averne uno – o più di uno – è una cosa da prendere sempre in considerazione.

Quando è necessaria la firma delle cambiali per avere un prestito?

A seconda della banca e della finanziaria, il prestito con cambiali può essere richiesto se:

  • l’importo di cui si ha bisogno è molto elevato;
  • se la situazione creditizia del richiedente non è “pulita”;
  • se una banca o una società finanziaria ritengono opportuno avere delle garanzie maggiori rispetto ai prestiti a firma singola.

Importo Massimo

La somma massima che si può avere con i prestiti cambializzati dipende molto dal proprio status lavorativo:

  • dipendente pubblico o ministeriale: fino a 80.000 euro
  • dipendente privato: fino a 35.000 euro (ma dipende anche dal TFR accumulato)
  • lavoratore autonomo: fino a 31.000 euro

Le cifre elencate qui sopra sono solo indicative, e possono discostare da quelle effettivamente concesse dalle banche e dalle società finanziarie.

Rimborso del prestito

Le cambiali possono essere usate a garanzia di un prestito in due modi:

  • sottoscrizione di una sola cambiale che funge da garanzia per tutto il prestito. In questo caso il pagamento del prestito può avvenire tramite RID (addebito diretto in conto corrente);
  • sottoscrizione di tante cambiali quante sono le rate del prestito. In questo caso il pagamento periodico viene fatto onorando le cambiali (ovvero pagandole).

Vantaggi dei prestiti con cambiali

  • manca il bisogno di controllare in banca dati l’eventuale iscrizione del richiedente come cattivo pagatore, poiché c’è la sottoscrizione delle cambiali, l’istituto di credito ha già una certa sicurezza
  • disponibile anche per cattivi pagatori o protestati (ne parliamo più sotto)
  • possibilità di ridurre l’importo delle rate con il semplice atto di rinnovo delle cambiali.

Svantaggi dei prestiti con cambiali

Lo svantaggio principale è quello del costo di questi finanziamenti, perché di solito i tassi di interesse sono più alti della media dei prestiti.

  • spesa per la sottoscrizione di un’assicurazione sulla vita (nel caso di un lavoratore autonomo)
  • spese di registrazione del contratto di prestito
  • spese legate al bollo cambiario (ne parliamo anche nella pagina specifica di prestiticambializzati360.com
  • costi di istruttoria e spese di apertura pratica

Prestiti cambializzati a domicilio

Si parla di prestito con cambiali a domicilio sono una particolare tipologia di finanziamento che viene garantita dalla sottoscrizione di questo titolo esecutivo.

La comodità di questo tipo di finanziamento sta nel fatto che si può ricevere direttamente a casa la somma di denaro di cui si necessita, sotto forma di assegno.

A seconda dei casi, ci si potrebbe riferire con questo termine ai prestiti online, in quanto la richiesta viene fatta direttamente da casa.

Prestiti veloci con cambiali

In genere è difficile ottenere dei prestiti cambializzati veloci perché, considerando la situazione particolare e i maggiori controlli che una banca o una finanziaria fanno sul richiedente, di solito le tempistiche si allungano.

Chi li può richiedere?

I prestiti con cambiali possono essere richiesti da tutti, anche se le probabilità di successo nella domanda variano da soggetto a soggetto.

Di seguito una guida rappresentativa, in cui dividiamo le informazioni sulla base della propria situazione personale o lavorativa.

Dipendenti pubblici e privati

Affinché un lavoratore dipendente, sia del settore privato che di quello pubblico, possano richiedere un prestito è fondamentale rispettare le seguenti caratteristiche:

  • anzianità lavorativa minima: 2 anni
  • TFR maturato: 2 anni

Sono condizioni che solitamente gli istituti di credito richiedono per concedere un prestito garantito da cambiali.

Lavoratori autonomi

Diversi sono i requisiti nel caso in cui a fare domanda di prestito siano gli autonomi:

  • titolarità di una polizza assicurativa da almeno 3 anni
  • anzianità della ditta di almeno 2 anni
  • dimostrazione di un’entrata fissa mensile che permette di far fronte al rimborso delle cambiali (la dimostrazione si ha attraverso la dichiarazione dei redditi)

Cattivi pagatori

Una delle categorie di persone che potrebbe trovarsi nella necessità di sottoscrivere delle cambiali per ottenere un finanziamento è quella dei cattivi pagatori.

Si tratta, in sostanza, di persone che hanno avuto dei problemi finanziari in passato e che non hanno rimborsato regolarmente finanziamenti precedenti. Per questo motivo hanno subìto l’iscrizione nel registro dei cattivi pagatori, cosa che preclude, la maggior parte delle volte, l’accesso ad un ulteriore prestito.

Le cambiali possono invece aiutare molto da questo punto di vista dato che forniscono quella garanzia in più, aggiuntiva, che viene spesso accettata dalle banche e dalle finanziarie senza particolari problemi.

Per maggiori informazioni ti invitiamo a visitare la nostra sezione dedicata ai prestiti per cattivi pagatori.

Protestati

Il discorso che abbiamo fatto prima per i cattivi pagatori potrebbe valere anche per i protestati: chi ha subìto un protesto può accedere ancora ai prestiti grazie alla firma di cambiali a garanzia.

Occorre fare una doverosa distinzione tra la causa che ha portato al protesto.

Se tale causa è una cambiale non onorata, allora anche il prestito cambiario sarà non ottenibile (in quanto si sono avuti già problemi su quel particolare titolo di garanzia), se invece il protesto è scattato per dei problemi su un assegno, allora potrebbero esserci delle possibilità (grandi o piccole dipende sempre dalla banca o dalla società finanziaria cui ci si rivolge).

Potrebbe interessarti anche avere maggiori informazioni sui prestiti per protestati e sui prestiti per protestati se non si ha una busta paga.

Disoccupati e senza busta paga

In sostanza si tratta di finanziamenti cambializzati sia per gli autonomi che per i disoccupati. In entrambi i casi, infatti, la figura non ha alcuna busta paga da poter fornire per ulteriore garanzia del prestito.

In questo caso la cambiale funge da garanzia, in considerazione che sia gli autonomi che coloro che non hanno un lavoro, possono fornire delle garanzie meno “forti” rispetto a quelle dei dipendenti, i quali, avendo a disposizione il TFR e la busta paga, sono in qualche modo avvantaggiati.

Per saperne di più ti invitiamo a leggere la nostra pagina sui prestiti con cambiali senza busta paga.

Prestiti Cambializzati a Domicilio

Prestiti Cambializzati a Domicilio

I prestiti cambializzati a domicilio sono una tipologia di prestiti con cambiali più locale: perché si riceve la somma di denaro richiesta direttamente a casa, tramite assegno; perché ci si rivolge ad un’agenzia finanziaria che si trova nella propria città; perché si sceglie la consulenza a domicilio da parte di …

Leggi di più »