Home / Strumenti / Calcolo Rata Prestito

Calcolo Rata Prestito

Usa lo strumento gratuito qui sopra per il calcolo della rata del prestito.

Ti basta inserire i dati richiesti e cliccare su “Calcola” per avere un’ipotesi di rata del finanziamento.

  • Importo del prestito: inserisci la somma del tuo finanziamento;
  • Tasso di interesse: inserisci il tasso TAEG (è quello che evidenzia il costo effettivo del finanziamento);
  • Durata: inserisci la durata di rimborso, in anni

Ricorda che il calcolatore qui sopra ti dà solo un’ipotesi. Per un calcolo rata reale, con tanto di piano di ammortamento, devi rivolgerti alla banca o alla società finanziaria.

Se vuoi, puoi richiedere un preventivo gratuito ora.

Come fare il calcolo rata prestito

Calcolare la rata di un finanziamento è quanto di più semplice e veloce ci sia. Bastano pochi dati, pochissimi secondi e si ha un’idea più precisa di quale impegno economico potrebbe portare, nei prossimi mesi, accendere oggi un finanziamento di qualunque genere.

Per operare con un calcolatore di prestiti personali hai bisogno di inserire:

  • importo del finanziamento, ovvero la somma che hai intenzione di chiedere alla banca o alla finanziaria
  • durata del finanziamento, espressa in mesi o in anni a seconda del calcolatore
  • tasso del finanziamento, ovvero il tasso di interesse a cui ripagare il prestito

Un appunto importante sul tasso di finanziamento: usa sempre il TAEG perché è il tasso di interesse “Annuo Effettivo Globale“, ovvero quello che include al suo interno anche i costi accessori dei prestiti e ti dà una reale idea di quale potrebbe essere la spesa totale che dovrai sostenere per il tuo prestito.

Cessione del quinto fino a 60.000 € »

Per saperne di più ti invitiamo a leggere la nostra guida al TAN e TAEG.

Domande frequenti sul calcolatore di prestito

Di seguito riportiamo alcune domande frequenti che potrebbero venirti in mente relativamente al calcolatore della rata.

E’ uno strumento affidabile?

In linea di massima si, la cosa che devi tenere a mente è che un calcolatore, per quanto preciso possa essere, non ti dà mai un risultato esatto al centesimo. Per quello devi necessariamente rivolgerti ad una banca o ad una finanziaria e chiedere un piano di ammortamento.

Il tasso di interesse è fisso o variabile?

Il calcolatore considera il tasso fisso. La motivazione è semplice: i prestiti personali sono concessi sempre a tasso fisso, dunque non avrebbe senso inserire un tasso variabile. Inoltre nessuno può sapere in che maniera si evolveranno i tassi di interesse di riferimento, dunque usare un tasso variabile renderebbe il calcolo sempre più impreciso all’aumentare della durata di rimborso.

Che calcolatori di rata mi consigliate?

In internet ce ne sono davvero tanti, alcuni dei migliori sono calcolorataprestitoonline.com, il più completo ed intuitivo da usare (anche con versione mobile, da smartphone) tra i vari a disposizione. calcolorataprestitoonline.com effettua una sorta di comparazione tra varie società finanziarie e banche dandoti come risultato quello più conveniente da un punto di vista del tasso di interesse.

Potrai scegliere anche la frequenza delle rate (mensile, trimestrale e semestrale). In realtà, per i prestiti, questa scelta cade sempre su mensile perché è la frequenza con cui le banche chiedono il rimborso delle rate. Pagamenti trimestrali o semestrali si possono trovare per i mutui.

Conviene usare un calcolatore di rata del prestito?

Considerando che si tratta di strumenti gratuiti e semplici da usare, la nostra risposta è “si”. Prima ancora di fare domanda potrai già avere un’idea del tuo futuro impegno mensile e potrai capire se rientra nel tuo budget o meno.