Home / Migliori Carte di Credito Revolving / Carta Revolving Deutsche Bank: DB Comfort

Carta Revolving Deutsche Bank: DB Comfort

Come tutti i principali istituti bancari che operano sul nostro territorio, anche Deutsche Bank ha una sua carta revolving, la quale è realizzata con una serie di condizioni molto particolari e dedicata interamente a qualsiasi profilo cliente. La carta revolving di Deutsche Bank si chiama DB Comfort, e adesso la andremo a conoscere da vicino.

DB Comfort le caratteristiche principali

DB Comfort si caratterizza innanzitutto per avere un plafond abbastanza elevato e soprattutto offre anche la possibilità di richiedere l’aumento della linea di fido o plafond. Oltre a questo, presenta anche la possibilità di poter rimborsare gli acquisti a saldo, in modo comunque semplice e trasparente.

Infine, una caratteristica ulteriore positiva di DB Comfort è proprio il fatto di essere una Revolving, e che, come rimborso mensile, offre la possibilità di restituire il dovuto in due differenti modalità. Quella a saldo come detto prima, e quella rateale.

Costi, commissioni e plafond della carta revolving di Deutsche Bank

Si tratta di una carta che non ha costi e commissioni di utilizzo o canoni mensili, ma come costi sono previsti solo quelli di sostituzione in caso di furto o smarrimento (in questo caso si paga 22 euro), quelli per le comunicazioni non online (costano 1,20 euro), e il tasso di cambio in caso di pagamento all’estero (1,75 percento).

Sono operazioni completamente gratuite la richiesta di sostituzione per deterioramento o smagnetizzazione, e le comunicazioni che vengono inviate tramite posta elettronica. Il plafond di base è di 2000 euro, ma con il tempo è possibile aumentare l’ammontare del fido. I tassi di interesse per la restituzione dell’importo vedono un TAN dell’11,40 percento.

DB Comfort Pro e Contro

Entriamo adesso in una sfera diversa del nostro viaggio all’interno della carta Revolving DB Comfort, ovvero quello di mettere sul piatto vantaggi e svantaggi. Possiamo senza dubbio affermare che non vi sono svantaggi, in quanto servizi e condizioni sono decisamente favorevoli. Il fatto che la loro popolarità sia abbastanza scarsa è perché le banche tendono a privilegiare altri prodotti rispetto a queste.

Inoltre, difficilmente vengono offerte come soluzione unica senza che siano agganciate ad un conto corrente, dunque, quando la banca propone una revolving al cliente è perché questo è già titolare di un conto verso quella banca. E’ invece importante ricordare che, in merito a questo tipo di carta, l’utilizzo è possibile e anzi, molto utile, anche senza avere un conto corrente già esistente.

Come funziona la carta revolving DB Comfort

In precedenza, abbiamo accennato che per il rimborso revolving si può scegliere tra due diverse modalità, quella a saldo e quella con rateizzazione. Anche nel caso di quest’ultima, ci sono due opzioni di rimborso diverse, e si possono rateizzare solo importi superiori a 50 euro, al di sotto il pagamento sarà automaticamente a saldo.

Quando la cifra è superiore e si decide di non pagare a saldo ma di procedere con la rateizzazione, il rimborso avverrà secondo queste due possibili opzioni:

  • La prima prevede di andare a pagare un importo fisso a scelta del titolare fino al completo rimborso dell’importo dovuto. In questo modo si ha un quadro chiaro e ben definito di quando cominciamo e quando finiamo con il rimborso dell’importo dovuto. In questo caso, il principio di restituzione è quello della cosiddetta logica del credito rotativo.
  • La seconda opzione è quella che prevede di pagare un importo di 50 euro per ogni rata quando la quota da rimborsare va da 50 a 1200 euro, e una rata pari a un ventiquattresimo dell’importo da restituire quando l’importo da restituire è superiore a 1200 euro.

Dunque, possiamo tranquillamente vedere che si tratta di una carta con condizioni complessive molto interessanti, che permette una restituzione molto serena di quanto si è dovuto richiedere.