Home / Migliori Carte di Credito Revolving / Carta di credito revolving senza busta paga: si possono ottenere?

Carta di credito revolving senza busta paga: si possono ottenere?

Avere una carta di credito revolving senza busta paga è possibile? Questa è una delle domande che si pone chi si trova in una determinata situazione, ovvero quella di dover avere uno strumento per ottenere liquidità da restituire in più rate pur non avendo una busta paga con la quale mostrare la propria solvibilità.

Nel nostro articolo andremo a parlare nel dettaglio proprio di questo, dando tutte le informazioni del caso.

Cosa sono le carte revolving

Le carte revolving sono delle carte di credito vere e proprie, che permettono a chi le utilizza per fare acquisti di pagare l’importo in modo rateale. Esistono anche carte revolving che hanno come modalità di restituzione il pagamento a saldo, e anche carte che sono dotate di entrambe le opzioni

Come avere una carta di credito revolving senza busta paga

Consideriamo che le banche, quando mettono a disposizione della clientela le carte revolving, prendono in considerazione il merito creditizio di chi ne fa richiesta. In base al quadro complessivo patrimoniale e reddituale viene stabilita la cifra da mettere a disposizione del cliente ogni mese. Nel caso quindi di persona senza una busta paga, chi rilascia le carte revolving si muove abbassando l’importo massimo utilizzabile sulla carta.

Leggi anche l’articolo di approfondimento sui prestiti senza busta paga.

Nel caso in cui invece, chi richiede la carta ha dei redditi alternativi dimostrabili e un patrimonio, comunque, di un certo valore, la banca può decidere in base a queste garanzie di alzare o meno il plafond massimo della carta revolving. Per questo genere di richiesta si possono presentare come entrate valide anche affitti, assegni di varia natura, come anche eventualmente la garanzia di una terza persona.

È necessario insomma offrire certezze alla banca, la quale deve avere la certezza di riavere in qualche modo l’importo.

Migliori carte di credito revolving senza la busta

Dopo aver visto come fare per ottenere le carte revolving, andiamo a vedere quali sono le migliori che ci sono al momento, quelle insomma che hanno delle caratteristiche particolari che le rendono più convenienti.

Carte revolving Compass

Si chiama Carta Easy, e il suo plafond è di 1500 euro. Una volta che si opta per la rateizzazione l’importo mensile da pagare varia da 50 a 250 euro, e si definisce in relazione al saldo presente nel conto. Nel caso si desideri è previsto anche il pagamento a saldo in una unica soluzione. Vediamo i vantaggi di questa carta:

  • Ha un plafond tra i più consistenti in circolazione anche senza busta paga.
  • Permette un pagamento rateale a scelta.
  • È comoda, sicura e con costi coerenti con il mercato.
  • È facile da richiedere, sia rivolgendosi al proprio istituto bancario che tramite servizio di home banking.
  • Si tratta di una carta le cui condizioni sono trasparenti e fisse, che non prevede costi aggiuntivi o nascosti.

Flexia Unicredit

Flexia nasce con pagamento a saldo di default, ma il cliente in autonomia può scegliere ogni mese di rateizzare uno o più importi sommati tra di loro. La commissione che viene applicata varia sulla base dell’importo scelto e su quante rate si è deciso di pagare. Si può rateizzare da un minimo di 250 euro fino ad un massimo di 5000 € (o del massimo plafond disponibile al momento del pagamento). I vantaggi di Flexia Revolving di Unicredit:

  • Il primo è sicuramente la possibilità di rateizzare le spese.
  • Avere la disponibilità di un fido il quale va a ricaricarsi dopo ogni rimborso.
  • Il cliente ha la possibilità di scegliere fra diverse tipologie di carta, potendo quindi trovare quella a lui più congeniale.
  • La carta ha una grande versatilità, dal momento che può essere utilizzata ovunque e per qualsiasi tipo di acquisto, anche per pagare semplicemente la spesa.

Carte revolving Deutsche Bank

Si chiama Db comfort, e il plafond massimo disponibile è di 2.000 euro. La rata minima è di 50 euro nel caso di spese che arrivano ad un massimo di 1200 euro. Nel caso di spese maggiori, si deve tenere di conto che la rata da restituire deve essere pari a 1/24 dell’importo da rateizzare. I vantaggi:

  • Prima cosa la presenza di un tasso molto vantaggioso tra i migliori che ci sono in circolazione.
  • La possibilità di contare su un credito che è subito disposizione.
  • Possibilità di effettuare acquisti in tutto il mondo grazie al circuito VISA
  • Possibilità di attivare la Lista Movimenti online.
  • Informazioni sulle spese effettuate tramite utilizzo dell’alert SMS o notifiche nell’App “Le Mie Carte”.