venerdì, 19 ottobre, 2018
Home / Le Migliori Carte Conto Prepagate, anche per Disoccupati e Protestati

Le Migliori Carte Conto Prepagate, anche per Disoccupati e Protestati

Le carte prepagate hanno la stessa funzionalità delle carte di credito o dei bancomat, ovvero permettono di prelevare denaro contante o di fare pagamenti nei negozi e su internet.

Una grande differenza è che le prime possono essere richieste praticamente da tutti, anche da chi è senza lavoro, dai cattivi pagatori e dai protestati.

Oltre alla versione classica, ne esiste anche un’altra tipologia più avanzata, cioè le carte prepagate con IBAN: si tratta di carte richiedibili da tutti che hanno il codice IBAN stampato sopra, pertanto possono essere usate per ricevere l’accredito dello stipendio, della pensione o i bonifici bancari. Spesso le carte conto prepagate sono viste come la miglior soluzione alternativa al conto corrente per protestati.

Migliori carte conto prepagate 2018, la classifica

Hype di Banca Sella

E’ una delle carte più rivoluzionarie in assoluto, canone che può essere anche pari a zero, semplicità di utilizzo e di gestione del proprio conto direttamente su internet, sul sito o sull’app dedicata. Hype è stata una delle grandi novità per il 2017 e, si presume, sarà una eccellente conferma nel 2018.

Tra i vantaggi:

  • registrazione in 5 minuti 100% online direttamente sul sito ufficiale;
  • attivazione e mantenimento gratuiti;
  • carta con IBAN, utilizzabile sia per pagare che per ricevere pagamenti;
  • possibilità di accredito stipendio e pensione;
  • ricariche gratis;
  • prelievi gratis da ATM;
  • gestione del conto direttamente online tramite app dedicata.

Carta ViaBuy

La carta ViaBuy è probabilmente la più anonima in assoluto, e per questo motivo ritenuta da tanti molto sicura. Ha delle commissioni leggermente più alte della media, ma tanti la richiedono ugualmente proprio per la sua anonimità.

Potrebbe interessarti la guida alle prepagate anonime con IBAN.

Tra i punti di forza:

  • codice IBAN, per fare o ricevere pagamenti;
  • apertura 100% online in 2 minuti;
  • possibilità di usare la carta sia nei negozi fisici che online

Carta prepagata Widiba

La carta prepagata di Widiba è abbinata al conto e permette di completarne le funzionalità (recensione conto Widiba).

Conto Tascabile di Che Banca!

Si tratta della prepagata proposta da Che Banca! , che permette di avere fino a 50.000 accreditati sul conto. Come ogni prepagata, può essere usata per fare e ricevere bonifici, lo stipendio o la pensione. Non ha costi di emissione. Previsto un servizio di SMS Alert che avverte l’intestatario di ogni movimento sulla carta.

Tra i punti di forza:

  • codice IBAN per effettuare e ricevere bonifici;
  • servizio di sicurezza SMS Alert, che avverte per ogni movimento sulla carta;
  • app gratuita per la gestione del conto;
  • prelievi gratuiti in tutta l’area Euro (3 euro se valuta diversa da euro);
  • bonifici gratis in tutta Europa;
  • plafond massimo 50.000 €

Il costo di questa carta è di 2€ mese

Postepay di Poste Italiane, anche versione Evolution

E’ probabilmente la più richiesta carta prepagata in Italia, in considerazione dell’ampia diffusione degli uffici postali lungo tutto il nostro territorio. La versione Evolution è quella con IBAN e permette anche di richiedere prestiti personali.

Tra i punti di forza:

  • codice IBAN per fare e ricevere pagamenti;
  • possibilità di usufruire dell’assistenza presso gli sportelli postali;
  • plafond fino a 100.000 euro, molto di più rispetto ad altre prepagate concorrenti;
  • prelievo gratis presso ATM Postamat (altrimenti 1€ da ufficio postale o 2€ da altri ATM);

Come funzionano le carte prepagate

  1. Richiedere una carta prepagata. La domanda deve essere fatta direttamente presso la sede, o il sito internet, dell’ente che propone la carta. Ad esempio, nel caso di PostePay, si può fare richiesta presso qualunque ufficio postale vicino a casa propria, mentre per soluzioni come la ViaBuy o la Hype, la richiesta si effettua su internet;
  2. Attendere l’arrivo a casa della prepagata e dei codici per effettuare le operazioni, che di solito sono spedite con due consegne diverse per questioni di sicurezza;
  3. Attivare la prepagata, recandosi nuovamente presso l’ufficio postale o bancario dove si è fatto richiesta, oppure seguendo la procedura online;
  4. Ricaricare la carta prepagata, operazione che solitamente si può fare in contanti (la PostePay lo permette ad esempio), tramite bonifico bancario (nel caso di una carta prepagata con IBAN), Paypal, ecc.
  5. Iniziare ad usare la carta per effettuare pagamenti nei negozi fisici, su internet, per fare o ricevere bonifici, accredito di stipendio o della pensione, ecc.
  6. Ricordarsi di rinnovare la carta alla scadenza, riportiamo ancora una volta come esempio la procedura di rinnovo PostePay.

Carta Prepagata Anonima con IBAN

Carta Aura Findomestic: giudizi e recensioni. Come funziona?

La carta prepagata con IBAN è una soluzione molto comoda per fare e ricevere bonifici. Alcune soluzioni sono anche anonime, e in questo articolo capiamo chi le può richiedere e come fare, oltre che valutare la carta anonima ViaBuy.

Leggi di più »

Usare la Postepay all’estero: commissioni, spese, rischi

Usare la Postepay all'estero: commissioni, spese, rischi

Postepay è una delle carte prepagate più diffuse in Italia, sia tra i giovani che i meno giovani. La massiccia campagna pubblicitaria di Poste Italiane, il nome molto famoso di questa azienda che è sinonimo di sicurezza, indubbiamente le condizioni economiche della carta che sono tra le più vantaggiose del …

Leggi di più »

Rinnovare la Postepay scaduta

Postepay Scaduta

Come fare il rinnovare la carta Postepay in scadenza o già scaduta? Quando si può fare? Che documenti sono necessari? Cosa accade al vecchio credito? Guida completa al rinnovo della carta prepagata di Poste Italiane.

Leggi di più »