Finanziamenti per Aprire una Pizzeria

Opzioni a livello nazionale e regionale per Finanziamenti per Aprire una Pizzeria nel

  1. Finanziamenti a Fondo Perduto: Prestiti non restituibili, ideali per avviare attività come pizzerie, disponibili tramite il Fondo Europeo per gli Investimenti.
  2. Resto al Sud: Bando specifico per imprenditori tra i 18 e 55 anni che avviano attività in regioni meridionali e aree specifiche dell'Italia.
  3. Credito di Imposta nel Mezzogiorno: Agevolazioni per investimenti nel Sud Italia, utilizzabili fino al 31 dicembre 2023.
  4. Nuova Sabatini: Sostegno del Governo Italiano per l'acquisto di attrezzature per piccole e medie imprese.
  5. Analisi del Mercato e Posizione: Importante valutare le esigenze locali e scegliere una posizione strategica per la pizzeria.

Preventivo GRATIS e Senza Impegno

Chiedi Preventivo in 1 Minuto »
Ads

Aprire una pizzeria con dei finanziamenti è spesso una soluzione possibile grazie alle varie opportunità che ci sono sia a livello regionale che nazionale.

Vediamo quali sono i migliori finanziamenti per aprire una pizzeria aggiornati al 2024.

Finanziamenti per aprire una pizzeria nel 2024

Finanziamenti a fondo perduto

I finanziamenti a fondo perduto sono quei prestiti che non devono essere restituiti. Per questo motivo, sono tra i più ambiti da chi ha bisogno di ottenere un prestito per avviare un’attività economica, inclusa una pizzeria.

Citiamo il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI, o EIF in inglese), un finanziamento pensato per le piccole e medie imprese, tra cui rientrano di diritto anche le pizzerie.

Per poter partecipare al bando, bisogna rispettare le caratteristiche ed i requisiti richiesti, oltre che seguire tutti i passaggi per la presentazione della domanda, inclusa la presentazione di un business plan.

Resto al sud

Anche il bando Resto al Sud 2024 è richiedibile da chi vuole aprire una pizzeria.

In questo caso è fondamentale che l’attività economica venga aperta in una delle regioni previste dal bando: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, oppure in una nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche Umbria), o anche nelle isole minori marine, lagunari e lacustri del Centro-Nord.

Tra i requisiti richiesti per la presentazione della domanda, c’è anche l’età dell’imprenditore, che deve ricadere tra 18 e 55 anni.

Per maggiori informazioni e per la presentazione della domanda, occorre visitare direttamente il sito di Invitalia.

Credito di imposta per gli investimenti fatti nel mezzogiorno

In Italia è previsto anche un credito d’imposta per gli investimenti effettuati in specifiche aree geografiche.

In maniera particolare, possono usufruire del credito d’imposta tutti gli investimenti fatti nel Mezzogiorno d’Italia fino al 31 dicembre 2023.

I soggetti interessati devono inviare comunicazione all’Agenzia delle entrate, indicando i dettagli degli investimenti e il credito d’imposta richiesto. Fermo restando l’approvazione da parte dell’Agenzia delle Entrate, il credito d’imposta così maturato potrà poi essere utilizzato in compensazione sul modello F24.

Per maggiori informazioni, visita il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Nuova Sabatini

La Nuova Sabatini è una misura messa in essere dal Governo Italiano che ha lo scopo di aiutare le piccole e medie imprese ad aumentare la propria produttività e diventare più competitive.

L’agevolazione permette di acquistare o di acquisire in leasing tutti i macchinari e le attrezzature che vengo usate nel processo produttivo, dunque nel caso della pizzeria anche il forno.

La richiesta può essere fatta dalle micro, piccole e medie imprese che sono già costituite e che non si trovano in situazione di difficoltà.

Per maggiori informazioni, visita il sito del MIMIT.

Conviene aprire una pizzeria nel 2024?

L’idea di aprire una pizzeria emerge come una delle scelte più promettenti. Ma, la domanda da farsi è se è ancora conveniente aprire una pizzeria nel 2024?

Le Opzioni per una Nuova Pizzeria

Pizzeria d’Asporto o al Taglio: Se stai valutando se conviene aprire una pizzeria d’asporto o al taglio, devi considerare che l’investimento iniziale è relativamente accessibile, variando tra i 30 e i 35 mila euro. Questo tipo di pizzeria può rivelarsi particolarmente vantaggiosa in zone ad alto traffico pedonale.

Pizzeria con Tavoli: Per chi vuole una pizzeria più tradizionale con tavoli, l’investimento iniziale sale fino ad arrivare tra 100 e i 150 mila euro. La spesa aumenta in relazione alla posizione e alle dimensioni del locale.

Franchising: Un’altra opzione è il franchising. Questa scelta offre un ampio range di costi (da 30 a 100 mila euro) e il vantaggio di partire con un marchio già noto e una consulenza continua.

Analisi del mercato

È essenziale valutare le esigenze del mercato locale e considerare trend come l’interesse per il biologico, il vegan e le diete senza glutine.

La Scelta della Posizione

La posizione gioca un ruolo fondamentale. Le aree centrali sono più costose ma offrono maggiore visibilità. Al contrario, zone residenziali o periferiche, con meno concorrenza, potrebbero essere un’ottima scelta specialmente per le pizzerie d’asporto, perché meno costose.

Altri Fattori da Considerare

  • Burocrazia e Documentazione: L’apertura di una pizzeria richiede vari passaggi burocratici, tra cui l’ottenimento delle autorizzazioni necessarie e la conformità alle normative igienico-sanitarie.
  • Attrezzature e Corsi: Investire in attrezzature di qualità e frequentare un corso di pizzaiolo sono passi importanti per garantire la qualità del servizio.

Aprire una pizzeria nel 2024 appare come una scelta promettente e potenzialmente molto redditizia.

Conclusioni sui finanziamenti per aprire una pizzeria nel

Le opzioni di finanziamento per aprire una pizzeria, oltre ai classici finanziamenti aziendali offerti da banche ed agenzi, sono numerose, così come quelle di risparmio sui costi, e con le opportune strategie di marketing e un’attenta pianificazione, può rapidamente diventare un business di successo.

Articoli Correlati a Finanziamenti per Aprire una Pizzeria

L'apertura di credito in conto corrente è un rapporto tra cittadino e banca particolarmente...
Continua a leggere
Si parla di prestiti bancari a breve termine per indicare quei finanziamenti che devono avere una...
Continua a leggere
La legge 236/93 è stata pensata per favorire lo sviluppo di imprese giovanili in Italia ed in...
Continua a leggere

Leave a Reply