domenica, 22 ottobre, 2017
Home / Documenti per Prestiti: Modulistica INPS INPDAP, Pensionati, Autonomi / Documenti per la Cessione del Quinto: la lista 2017

Documenti per la Cessione del Quinto: la lista 2017

Ecco la lista di documenti da presentare per fare domanda di cessione del quinto:

  • copia di un documento di identità
  • copia del codice fiscale
  • prova di residenza
  • copia del permesso di soggiorno (solo per cittadini extracomunitari)
  • copia dell’ultima busta paga
  • copia del CUD dell’ultimo anno
  • dichiarazione di quota cedibile (solo nel caso di cessione quinto pensione)
  • certificato di stipendio (solo per la cessione quinto dipendenti)

Andiamo ora a vedere, uno per uno, tutti questi documenti, dove trovarli e se ci sono indicazioni o requisiti minimi per ognuno di essi.

Copia di un documento di identità

Sono valide sia una copia della carta di identità o del passaporto. Non c’è alcun requisito particolare in merito alla scadenza (ad esempio, non è richiesta una validità di minimo 6 mesi), ma ovviamente devono essere validi.

Copia del codice fiscale

Meglio portare con sé il tesserino di plastica con riportato il codice fiscale, altrimenti, in alcuni casi, è sufficiente anche semplicemente dire il codice fiscale a voce. Se non lo ricordate, in internet ci sono tanti strumenti gratuiti di calcolo del codice fiscale.

Prova di residenza

Possono fare domanda di prestiti con cessione del quinto solo i residenti in Italia, dunque bisogna dimostrare di esserlo. Tra gli altri documenti a riprova, è possibile portare delle utenze intestate, oppure la carta di identità (che ha l’indirizzo di residenza).

Copia del permesso di soggiorno (solo per cittadini extracomunitari)

Chi non è italiano deve dimostrare di risiedere nel nostro paese in maniera legale e di avere tutti i diritti del caso. Il permesso di soggiorno in corso di validità è il documento fondamentale da avere, per poterlo avere occorre rivolgersi presso la Questura di Polizia più vicina al proprio luogo di residenza.

Ricordiamo che è fondamentale per tutti i cittadini stranieri che vogliono stare in Italia per oltre 3 mesi di seguito.

Copia dell’ultima busta paga

In alcuni casi le banche e le finanziarie chiedono una copia delle ultime due buste paga, ma nella maggior parte dei casi ne basta una sola. Essa serve per capire lo stipendio del soggetto e l’ammontare del TFR (il Trattamento di Fine Rapporto).

Copia del CUD dell’ultimo anno

Per i dipendenti non è un documento fondamentale (mentre gli autonomi devono presentare una copia della dichiarazione dei redditi), ma averlo non fa mai male. Il CUD riporta la situazione economica del soggetto in riferimento all’anno precedente, quindi è un documento che potrebbe aiutare la finanziaria a prendere le giuste decisioni.

Dichiarazione di quota cedibile

Si tratta del documento fondamentale per le cessioni del quinto per pensionati. Si tratta di un documento, rilasciato dall’INPS, in cui si evince la pensione netta mensile e dove si calcola la somma massima che il pensionato può pagare, ogni mese, in qualità di rimborso delle rate.

Per saperne di più ti invitiamo a leggere il nostro articolo sulla quota cedibile INPS e sul calcolo della quota cedibile INPDAP. Inoltre, qui raccogliamo gli orari delle sedi INPS in Italia.

Certificato di stipendio

Si tratta di un documento fondamentale nel caso di prestiti per i dipendenti, inclusi quelli per dipendenti statali e della polizia di Stato.

Il certificato di stipendio viene rilasciato dal datore di lavoro e contiene tutte le informazioni in merito al rapporto di lavoro: reddito netto e lordo, sia mensile che annuo, tipologia di contratto d’assunzione, importo del Trattamento Fine Rapporto maturato, data di assunzione, età lavorativa del dipendente e presenza di eventuali trattenute per altri prestiti in corso.

Altri documenti potrebbero essere richiesti a seconda dei casi, ma nella maggior parte delle domande, una cessione del quinto si può ottenere agilmente presentando i documenti elencati qui sopra.