Chi può richiedere la cessione del quinto

Questo articolo fornisce un quadro completo su chi può richiedere la cessione del quinto, una forma di finanziamento molto flessibile.

Preventivo GRATIS e Senza Impegno

Chiedi Preventivo in 1 Minuto »
Ads

La cessione del quinto è una forma di prestito personale che si distingue dal classico prestito personale per la caratteristica di essere rimborsata attraverso detrazioni dallo stipendio o dalla pensione.

Chi può accedere a questo tipo di finanziamento? Vediamo in dettaglio chi può richiedere la cessione del quinto ed analizziamo vari profili di richiedenti, dalle figure professionali ai pensionati, fino ai cattivi pagatori e protestati.

Chi può richiedere la cessione del quinto?

La cessione del quinto è un finanziamento che permette di ottenere un prestito con rate di rimborso dedotte direttamente dalla busta paga o dalla pensione. Questa modalità di accesso al credito è fruibile da vari soggetti:

  • Dipendenti statali: Tutti i lavoratori dipendenti dello Stato hanno la possibilità di accedere a questo strumento finanziario.
  • Dipendenti pubblici (Enti Locali): Analogamente, tutti i dipendenti di enti locali come Comuni e Regioni possono farne richiesta.
  • Dipendenti parapubblici: Persone che lavorano in entità semi-pubbliche, come università o aziende sanitarie locali, sono inclusi.
  • Dipendenti privati: Lavoratori di aziende private con contratti a tempo indeterminato hanno generalmente la possibilità di accedere alla cessione del quinto.
  • Dipendenti con contratto a tempo determinato: Benché con maggiori restrizioni, anche i lavoratori con contratto a termine possono accedere alla cessione del quinto, previa valutazione del rischio creditizio.
  • Pensionati: Anche i pensionati possono richiedere (a determinate condizioni) la cessione del quinto, con la rata che viene dedotta direttamente dalla pensione.
  • Cattivi pagatori e protestati: Contrariamente a altre forme di credito, la cessione del quinto è accessibile anche a chi ha avuto problemi finanziari perché la rata viene detratta alla fonte, riducendo il rischio di insolvenza.

Dipendenti statali

I dipendenti statali sono lavoratori che operano all’interno di enti ed istituzioni pubbliche direttamente dipendenti dallo Stato, come Ministeri, Forze Armate e scuole statali.

Per i dipendenti statali, la possibilità di accedere alla cessione del quinto dello stipendio è garantita dalla legge n.°180/50, che regolamenta specificamente questa modalità di prestito. Questa legge prevede la trattenuta di un quinto dello stipendio per il rimborso del credito ottenuto, direttamente gestita dall’ente erogatore della retribuzione.

Un punto di forza per i dipendenti statali che vogliono accedere alla cessione del quinto è la stabilità dell’impiego, che è spesso garantita, riducendo il “rischio creditizio” per le istituzioni finanziarie.

Per trovare i migliori prestiti con cessione del quinto per dipendenti statali e pubblici basta semplicemente rivolgersi alla società finanziaria che si preferisce, scegliere una delle banche e finanziarie convenzionate INPS oppure fare domanda di prestito online, ancora più conveniente e vantaggioso.

Dipendenti pubblici (Enti Locali)

I dipendenti pubblici degli Enti Locali lavorano per istituzioni a livello locale come Comuni, Province e Regioni. La loro funzione è quindi più circoscritta rispetto ai dipendenti statali, che operano in un contesto nazionale.

Anche i dipendenti degli Enti Locali possono accedere alla cessione del quinto dello stipendio, grazie alla legge n.°180/50.

Similmente ai dipendenti statali, la stabilità dell’impiego e la continuità del reddito rendono questa categoria particolarmente idonea all’accesso al credito attraverso la cessione del quinto.

Essendo il rischio creditizio generalmente basso per i dipendenti degli Enti Locali, le condizioni di accesso al prestito sono spesso favorevoli.

Dipendenti parapubblici

I dipendenti parapubblici sono lavoratori impiegati in enti che, pur non facendo direttamente parte della pubblica amministrazione, svolgono funzioni di pubblico interesse come università, aziende sanitarie locali e altri organismi che operano in un ambito semi-pubblico.

Anche i dipendenti parapubblici possono beneficiare della cessione del quinto, un meccanismo di prestito regolato dalla legge n.°180/50.

Dipendenti privati

I dipendenti privati, ovvero coloro che sono impiegati in aziende del settore privato, possono anch’essi accedere alla cessione del quinto dello stipendio.

Tuttavia, ci sono alcune specificità e limitazioni da considerare.

Una di queste riguarda il contratto di assunzione: generalmente, è richiesto un contratto a tempo indeterminato per accedere a questa tipologia di prestito.

Un altro fattore che influisce sui prestiti per dipendenti privati con cessione del quinto è la dimensione dell’azienda. Le aziende con meno di 15 dipendenti possono presentare restrizioni o condizioni meno favorevoli nella concessione del prestito con cessione del quinto. Questo accade perché il rischio associato alle piccole aziende è spesso percepito come maggiore dalle istituzioni finanziarie.

Dipendenti con contratto a tempo determinato

I dipendenti con contratto a tempo determinato possono accedere alla cessione del quinto dello stipendio, ma con restrizioni significative.

La prima e più evidente limitazione è che la durata del contratto di prestito non può superare quella del contratto di lavoro.

Ciò significa che se il contratto di lavoro ha una durata residua di 12 mesi, anche il prestito con contratto a tempo determinato dovrà essere rimborsato entro quel periodo.

Questa condizione limita la flessibilità in termini di importo e rateizzazione, rendendo questa forma di finanziamento meno accessibile e praticabile rispetto ai dipendenti a tempo indeterminato.

Pensionati

I pensionati rappresentano un altro gruppo di individui che possono richiedere la cessione del quinto della pensione. La legge del 14 maggio 2005, n.80, estende questa possibilità ai pensionati, con alcune limitazioni e condizioni specifiche.

Essenzialmente, i prestiti per pensionati con cessione del quinto permettono di ottenere liquidità immediata, imputando il rimborso direttamente sulla pensione mensile.

Tuttavia, non tutti i pensionati sono idonei per questo tipo di prestito. La fattibilità dipende dal tipo di pensione percepita. Ad esempio, alcune forme di pensione sociale o di invalidità potrebbero non essere ammissibili per la cessione del quinto. Inoltre, l’età del pensionato può essere un fattore limitante, poiché alcune istituzioni finanziarie pongono un limite di età per l’accesso a questa forma di finanziamento.

Cattivi pagatori e protestati

Anche i cattivi pagatori e i protestati hanno la possibilità di richiedere la cessione del quinto.

Nella cessione del quinto, il rimborso del prestito avviene direttamente attraverso detrazioni sullo stipendio o sulla pensione. Questo riduce il rischio per la banca o l’ente finanziatore, rendendo il prodotto finanziario meno dipendente dalla storia creditizia del richiedente.

Di conseguenza, anche i cattivi pagatori e i protestati possono accedere a questa forma di credito, a patto che abbiano una fonte di reddito stabile che consenta le detrazioni mensili.

Tuttavia, è importante notare che l’assenza di un controllo CRIF non esime da altre possibili verifiche creditizie o limitazioni.

Ad esempio, potrebbe esserci un tasso di interesse più elevato applicato al prestito o altre condizioni specifiche.

In Sintesi: Chi Può Richiedere la Cessione del Quinto?

Soggetto Tipologia di cessione del quinto
Dipendenti pubblici e statali Possono richiedere prestiti con i prestiti per dipendenti pubblici e statali (come dipendenti comunali o regionali), che possono fare anche domanda di prestiti INPS.
Dipendenti di forze armate e di polizia Possono chiedere i prestiti per forze armate e di Polizia.
Dipendenti privati a tempo indeterminato Possono richiedere prestiti con i prestiti a dipendenti privati.
Dipendenti a tempo determinato Possono richiedere prestiti con i prestiti con contratto a tempo determinato.
Dipendenti di cooperative Possono richiedere prestiti con i prestiti per dipendenti di cooperative (ma solo a determinate condizioni).

Abbiamo esaminato diversi profili di individui che possono accedere alla cessione del quinto, una forma di finanziamento con caratteristiche specifiche.

Dalla figura dei dipendenti statali, pubblici e parapubblici, ai dipendenti del settore privato, ai pensionati, fino ai cattivi pagatori e protestati: le opportunità di accesso a questa forma di prestito sono ampie.

Ogni categoria ha le sue peculiarità e requisiti, ma la flessibilità della cessione del quinto la rende una soluzione finanziaria adatta a diverse esigenze.

Articoli Correlati a Chi può richiedere la cessione del quinto

In questa pagina ti forniamo tutte le indicazioni sui migliori prestiti personali per dipendenti...
Continua a leggere
[elenco_prestiti colonna_tabella=finalita_short_name valore_tabella=cessione-del-quinto] Trovare...
Continua a leggere
Di seguito trovi i prestiti per infermieri e per dipendenti ASL delle migliori banche in Italia e...
Continua a leggere

2 Comments

  1. Gianfranco folchitto 7 Settembre 2016
    • Mondo Prestiti 8 Settembre 2016

Leave a Reply